Indossabili Apple: anello e occhiali per mantenere la posizione sul mercato?

Secondo fonti interne, Apple starebbe valutando internamente l'idea di offrire vari dispositivi indossabili per mantenere la sua posizione di mercato precedentemente forte, ma non immobile. I dispositivi in ​​varie fasi di ricerca includono un anello dati per salute e fitness, occhiali con fotocamere, intelligenza artificiale e altoparlanti e AirPod con fotocamere e intelligenza artificiale. I prodotti non dovrebbero solo essere utili in diversi ambiti della vita quotidiana, ma anche più economici rispetto ai prodotti precedenti (Apple Watch, Vision Pro, ecc.). Ciò potrebbe attrarre nuovi gruppi target.

Si dice che Apple stia lavorando internamente su nuovi dispositivi indossabili: un anello con sensori per salute e fitness, occhiali con fotocamere, altoparlanti e intelligenza artificiale e AirPods con fotocamere, sensori e intelligenza artificiale. Non solo occorre rivolgersi a nuovi gruppi target, ma occorre anche mantenere la posizione sul mercato.
Si dice che Apple stia lavorando internamente su nuovi dispositivi indossabili: un anello con sensori per salute e fitness, occhiali con fotocamere, altoparlanti e intelligenza artificiale e AirPods con fotocamere, sensori e intelligenza artificiale. Non solo occorre rivolgersi a nuovi gruppi target, ma occorre anche mantenere la posizione sul mercato.

Un anello di mela per schiavizzarla

Apple potrebbe aprirsi nuovi gruppi target con i diversi prodotti discussi internamente e alcuni dei quali sono già in fase di sviluppo iniziale. Ma niente di tutto questo sarebbe una vera innovazione. L'anello, che invece di un Apple Watch dovrebbe raccogliere diversi dati biologici per la valutazione della salute e del fitness, sarebbe sostanzialmente solo un prodotto concorrente dell'Oura Ring di Oura Health Oy o del Galaxy Ring di Samsung. Tuttavia, un Apple Ring potrebbe attrarre i gruppi target di queste aziende e legarli all’ecosistema Apple. Avresti bisogno di un iPhone per valutare i dati.

E se hai un anello Apple, che richiede un iPhone per analizzare i dati, la strada per il tuo primo MacBook non è lontana. O sull'Apple TV. E così all'HomePod. Ovviamente hai bisogno degli AirPods quando sei in viaggio - e così via. L'anello rappresenterebbe anche un'ulteriore fonte di guadagno per chi è già utente Apple ma non vuole indossare un Apple Watch. Se ci sono persone che non vogliono un orologio con app e funzione di chiamata o di messaggistica, ma solo un fitness tracker, allora l'anello sarebbe un modo economico per ricavarne qualche euro.

Occhiali Apple con funzionalità più o meno utili

Sulla strada verso dei veri e propri occhiali AR da poter indossare tutto il giorno, Apple dovrà superare molti ostacoli e scendere a molti compromessi. L'Apple Vision Pro ha già mostrato dove dovrebbe andare la strada, ma era solo il primo passo. E ci sono voluti diversi anni per riuscire a farlo. Ma ora gli occhiali con fotocamere, altoparlanti e intelligenza artificiale integrata potrebbero rappresentare un passo intermedio e allo stesso tempo aiutare le persone con gravi limitazioni visive. Anche un dispositivo del genere non sarebbe una novità, dato che gli Amazon Echo Frames e gli occhiali Ray-Ban con metatecnologia sono già disponibili per l'acquisto.

Oltre alle attività quotidiane per chi non ama gli smartphone, come riprodurre musica, scattare una foto o spiegare quale pianta o opera d'arte si sta guardando in questo momento, ci sono altri esempi di applicazione. Gli occhiali dotati di fotocamere, intelligenza artificiale e altoparlanti (o una connessione Bluetooth agli AirPods) potrebbero aiutare le persone con vista gravemente limitata o completa cecità a percepire il proprio ambiente. Il riconoscimento degli oggetti potrebbe ad es. B. aiuto per descrivere le cose nell'appartamento, sul marciapiede, alla stazione ferroviaria e ovunque. Il riconoscimento dei caratteri può consentire agli occhiali di leggere cartelli, poster, lettere e altro ancora. E sarebbe più economico di un modello Vision.

AirPods con sensori sanitari, fotocamere e funzioni AI

Da tempo si vocifera che gli AirPods di Apple potrebbero essere dotati di sensori per la misurazione dei dati sanitari. Dall'anno scorso il produttore di iPhone lavora effettivamente sugli AirPods con il nome in codice B798, che non sono dotati solo di hardware audio per vari scopi. I sensori per i dati anagrafici – simili all’anello sopra descritto – potrebbero aiutarti a tenere d’occhio il tuo polso e altri dati anagrafici anche senza un Apple Watch. Naturalmente in combinazione con un iPhone per valutare le informazioni raccolte.

Quindi, se non ti piacciono gli anelli, non vuoi un Apple Watch e non vuoi portare con te un iPhone mentre fai jogging, saresti nel gruppo target qui (mi chiedo solo da dove verrà la musica per gli AirPods) ). Un altro gruppo target potrebbe essere esplorato se le fotocamere e le funzioni AI fossero integrate negli AirPods. In questo modo l'ambiente potrebbe essere percepito, valutato e comunicato attraverso le cuffie. Oltre a riconoscere oggetti, persone e scritte per utenti con vista limitata o assente, gli utenti vedenti potrebbero utilizzare gli AirPods AI per identificare piante, animali, immagini sconosciute e così via.

Conclusione: dispositivi indossabili più economici con vantaggi per utenti e produttori

Alcune delle possibili funzioni dei prodotti attualmente discussi internamente ad Apple e in parte già studiate possono essere pratiche qua e là. Tutti e tre i prodotti – anello, occhiali e AI AirPods – possono però essere intesi anche come versioni economiche di offerte esistenti. Potrebbero essere immessi sul mercato per generare ancora più vendite, attirare ancora più persone nell'ecosistema Apple e consolidare la posizione di mercato dell'azienda mela a breve e medio termine.

Si può anche ipotizzare che l'anello, gli occhiali e gli AirPods siano prodotti che si dimenticano o si perdono più velocemente di un iPhone, un iPad o un MacBook. Un prezzo inferiore a quello dell'Apple Watch e del Vision Pro renderebbe attraente l'acquisto di uno nuovo. Quindi tenderebbero ad esserci entrate doppie da parte di persone smemorate con portafogli sufficientemente pieni. Cosa ne pensi di questo? Sentiti libero di lasciare un commento sull'argomento.

fonte: Bloomberg

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali