Cos'altro rende l'iPad Pro diverso dal MacBook Pro (e come Apple può cambiarlo)

Il mese scorso Apple ha rilasciato il suo iPad Pro con chip M4, display OLED tandem, fino a 16 GB di RAM e diagonale del display a scelta da 11 o 13 pollici. In alcune aree di applicazione è addirittura migliore dei suoi predecessori come sostituto del MacBook Pro; soprattutto in combinazione con la nuova Magic Keyboard. Ma cos'altro manca al tablet per essere una vera alternativa al laptop? E Apple apporterà queste modifiche o manterrà intenzionalmente una distinzione tra le due categorie di prodotti?

Il MacBook Pro può già essere sostituito con un iPad Pro per diversi ambiti di applicazione. Ma ci sono ancora alcuni punti che ti fanno preferire un laptop a un tablet. I dettagli possono essere trovati in questo post.
Il MacBook Pro può già essere sostituito con un iPad Pro per diversi ambiti di applicazione. Ma ci sono ancora alcuni punti che ti fanno preferire un laptop a un tablet. I dettagli possono essere trovati in questo post.

I vantaggi dell'iPad Pro come sostituto del laptop

Mark Gurman ha fornito ieri un rapporto sull'esperienza sull'argomento nella sua newsletter Power On. Il giornalista specializzato in Apple utilizza ormai da due settimane il nuovo iPad Pro M4 al posto del suo MacBook Pro e nella sua newsletter settimanale riassume alcuni vantaggi e alcuni suggerimenti per migliorare. Di seguito l'ho riassunto in traduzione per voi.

Uno dei vantaggi del nuovo iPad Pro è chiaramente la tecnologia del display. Il display "Ultra Retina XDR" con la costruzione OLED tandem offre colori migliori e una migliore esperienza grafica nelle attività quotidiane, così come nei media e nei giochi rispetto all'attuale MacBook Pro. I colori sul MacBook Pro dovrebbero apparire opachi, sbiaditi e meno luminosi in confronto. Inoltre: il tablet offre il funzionamento touch.

In combinazione con la nuova “Magic Keyboard per iPad Pro”, la portata di utilizzo è simile a quella del MacBook, cioè con tastiera completa e trackpad. Entrambi i dispositivi insieme sono più leggeri del laptop e quindi più comodi da usare in movimento. Lo “Stage Manager” introdotto con iPadOS 16 e migliorato con iPadOS 17 come opzione multitasking aiuta, nell'ambito delle sue capacità, a utilizzare più app e spazi di lavoro in parallelo.

Critica allo Stage Manager: cosa Apple dovrebbe migliorare

Laddove lo Stage Manager sull'iPad espande le possibilità del multitasking (soprattutto rispetto alla visualizzazione "Split View" con solo due o tre app che possono essere utilizzate contemporaneamente), mantiene il tablet ancora indietro rispetto al MacBook.

A differenza di un computer, su un tablet non è ancora possibile lavorare correttamente con un numero individuale di finestre e progetti aperti. Per fare ciò è necessario allestire diverse aree con un massimo di quattro app ciascuna. È difficile tenere traccia di decine di app aperte.

Mark Gurman elenca tre punti di miglioramento nella sua esperienza sull'iPad Pro con chip M4. Perché l'hardware non impedisce più all'iPad di eseguire un sistema simile a macOS (come ho detto: M-chip e fino a 16 GB di RAM). Queste le dichiarazioni sull'argomento:

  • Dovrebbe essere possibile utilizzare più di quattro app per area. Se ciò non cambia, si può presumere che Apple limiti intenzionalmente le capacità dell'iPad per poter vendere alle persone non solo un prodotto, ma oltre al tablet anche un computer.
  • Lo Stage Manager attualmente viene eseguito come livello aggiuntivo su iPadOS, il che significa che non è possibile accedere alla schermata principale e ai suoi widget. L'esperienza utente sarebbe molto migliore se ci fosse un aggiustamento verso un utilizzo più simile a macOS.
  • A volte è difficile individuare una finestra aperta dietro le altre finestre aperte. Se si fa scorrere il dito verso l'alto si apre il noto commutatore di app, che si trova anche sull'iPhone. Ma sarebbe meglio se Apple utilizzasse l'exposé come panoramica delle app per lo Stage Manager sull'iPad - una funzione che era già disponibile sul Mac nel 2003 Mac OS X 10.3 Pantera è stato introdotto.

Anche a parte le critiche allo Stage Manager, ci sono altri elementi piccoli e più grandi in iPadOS che potrebbero avvicinarsi un po' alla loro controparte macOS. Inoltre, un catalogo più ampio di app utilizzabili universalmente su iPad e Mac costituirebbe un argomento a favore dell’utilizzo di un tablet anziché di un computer.

Il punto critico più grande è il piccolo display

Oltre alle soluzioni software, nell'uso quotidiano è particolarmente importante un determinato componente hardware: il display. Perché finora non esiste un iPad Pro con display da 15 pollici, il che scoraggia soprattutto gli utenti che hanno semplicemente bisogno di molto spazio sullo schermo.

Oltre all'utilizzo di più app contemporaneamente, ciò può accadere anche quando si modificano foto e video, si guardano film e serie TV e si giocano ai videogiochi. Per quanto riguarda il display probabilmente è preferibile il MacBook Pro con diagonale da 14 o 16 pollici. Soprattutto per l'uso mobile - se necessario, l'iPad può essere collegato ad un monitor quando è fermo.

MacBook e iMac con display OLED e touch

Si dice che Apple abbia in programma di dotare i Mac della tecnologia di visualizzazione attualmente utilizzata nell'iPad Pro. Nei prossimi anni potremmo vedere MacBook e persino modelli iMac con grafica e controlli touch ancora migliori.

È del tutto possibile che questo sarà accompagnato da punti vendita unici per continuare a separare computer e tablet gli uni dagli altri. L'abolizione del MacBook a favore della mera offerta di iPad non avverrà nel prossimo futuro.

Secondo me ciò è dovuto anche ai diversi gruppi target. Da un lato ci sono gli utenti di computer che, oltre ad un desktop liberamente progettabile, preferiscono programmi, strutture di cartelle e siti web. D'altro canto ci sono persone (soprattutto nelle generazioni Z e Alpha) che tendono a pensare in termini di app e vogliono sfruttare la semplicità dell'interfaccia di un tablet. Ciò significa che i bambini che utilizzano iPad hanno meno capacità di risoluzione dei problemi digitali, ma questo è un argomento per un altro post...

Rinunceresti al tuo MacBook per un iPad?

Cosa pensi che sia a favore o contro l'utilizzo di un iPad Pro invece di un MacBook Pro - o di un iPad / iPad Air invece di un MacBook Air? Ci sono argomenti che mancano ancora in questo articolo? Per favore fatemelo sapere lasciando un commento!

I miei consigli e trucchi sulla tecnologia e su Apple

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

4 commenti su "Cos'altro rende l'iPad Pro diverso dal MacBook Pro (e come Apple può cambiarlo)"

  1. Quindi quello che ancora non capisco è l'uso di hardware esterno sull'iPad Pro. Come in termini di connettività fisica.
    Non mi è chiaro se non ho più o migliori opzioni su un MacBook.

    1. Jen Kleinholz

      Ciao Volker! Penso che siano successe molte cose negli ultimi aggiornamenti iOS. L'ho provato di recente sul mio iPhone 15 (che ha anche USB-C) e ora riconosce dischi rigidi esterni, hub, chiavette USB, lettori di schede SD e simili. Può darsi che ci siano scanner e stampanti che funzionano sul Mac e non sull'iPad, ma se usi le stampanti AirPrint, supportano anche iPhone e iPad. Di cosa hai bisogno esattamente per l'hardware dell'iPad?

  2. Vorrei un hub al quale posso collegare tutti i dispositivi esterni come un laptop. Quindi scanner, dischi rigidi, chiavette, monitor esterni.
    E dal lato del software, vorrei ad es. B. il SW di Rogue Amoebia funziona anche su iPad. Non tutti i software Mac funzionano sull'iPad.

    1. Jen Kleinholz

      Ciao Volker! Un normale hub USB-C dovrebbe effettivamente fare il lavoro. Ma ovviamente devi avere i driver per stampanti e scanner. Ed ecco il problema che critichi anche tu: purtroppo iPadOS non è macOS. Non puoi installare quello che vuoi. Ecco perché per me l'iPad non è un'alternativa al MacBook Pro.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali
Shopping
  •  
  •