Cosa arriverà sull'iPhone di Apple con iOS 17.4?

All’inizio di marzo 2024, Apple rilascerà l’aggiornamento a iOS 17.4 per i modelli di iPhone compatibili. Ciò sarà particolarmente interessante qui nell’UE, poiché verrà rilasciata la prima versione di iOS con la possibilità di utilizzare app store alternativi e nuovi metodi di pagamento senza contatto. Ma nell'aggiornamento del sistema operativo dell'iPhone sono comprese anche altre novità. Ciò che è già stato fatto finora dai vari versioni beta è noto, te lo ho messo insieme in questo post.

L'Apple iPhone riceve nuove funzioni con iOS 17.4: modifiche specifiche dell'UE come app store, opzioni di pagamento delle app, offerte alternative per pagamenti senza contatto e portafogli, ma anche modifiche a podcast, musica, Siri, emoji, giochi, protezione per dispositivi rubati, eccetera .
L'Apple iPhone riceve nuove funzioni con iOS 17.4: modifiche specifiche dell'UE come app store, opzioni di pagamento delle app, offerte alternative per pagamenti senza contatto e portafogli, ma anche modifiche a podcast, musica, Siri, emoji, giochi, protezione per dispositivi rubati, eccetera .

Queste modifiche in iOS 17.4 riguardano l'UE

Ci sono diversi cambiamenti grandi e piccoli all’interno dell’Unione Europea. Il primo consiste nell'opzione già menzionata all'inizio di scaricare app da altri app store. Non è più necessario utilizzare l'App Store preinstallato di Apple per installare programmi sull'iPhone.

La seconda novità riguarda il pagamento tramite app. Sia l'acquisto di un'app che il pagamento degli acquisti in-app non dovranno più essere effettuati tramite l'App Store di Apple. Gli sviluppatori ora possono anche collegarsi a opzioni di acquisto e pagamento esterne. Tuttavia, Apple combina entrambe le modifiche con una serie di regole che hanno lo scopo di rendere le modifiche poco attraenti per gli sviluppatori. Maggiori informazioni qui:

Una modifica più piccola, ma anche obbligatoria, che Apple ha introdotto solo con riluttanza è l'opzione visualizzata automaticamente Impostazione di un nuovo browser predefinito su iPhone. Quando apri l'app Safari per la prima volta dopo l'aggiornamento a iOS 17.4, verrà elencata una selezione di app browser popolari tra cui puoi scegliere. 

Inoltre, Apple non può più insistere nell'utilizzare il suo motore WebKit e deve consentirne altri, come Gecko di Firefox, Blink di Chrome o Presto di Opera. In precedenza, tutte le versioni del browser per iOS dovevano funzionare con WebKit.

Inoltre sull'iPhone viene finalmente aperto il chip NFC (Near Field Communication), il che significa che è possibile utilizzarlo non solo per Apple Pay e per il proprio portafoglio Apple. Anche fornitori terzi e banche possono ora utilizzare la comunicazione NFC con i terminali di pagamento e la funzione “Tap to Pay” dell'iPhone con la loro app. Oltre alle possibilità di pagamento ampliate è possibile anche l'utilizzo di portafogli alternativi, ad esempio per chiavi digitali, documenti d'identità o altri contenuti del portafoglio.

Imposta manualmente posizioni familiari in Protezione dispositivo rubato

Da iOS 17.3 Puoi impostare la protezione per i dispositivi rubati sul tuo iPhone. Ciò garantisce che determinate modifiche siano accompagnate da un periodo di attesa e da una successiva richiesta di dati biometrici (ad esempio Touch ID o Face ID). Ciò garantisce che i dispositivi rubati non possano essere facilmente presi dai criminali, anche se conoscono il codice di sblocco.

Tuttavia, per i “luoghi familiari” è possibile disattivare il tempo di attesa e la doppia domanda di sicurezza. In iOS 17.3 queste posizioni vengono ancora impostate automaticamente dall'iPhone (sono luoghi in cui trascorri molto tempo e per molto tempo, ad esempio la tua casa o il lavoro). Da iOS 17.4 puoi anche impostare manualmente i luoghi familiari. Puoi trovare ulteriori approfondimenti sull’argomento in questo ampio articolo: Protezione per dispositivi rubati – Come utilizzare la funzione iPhone!

L'app Apple Podcasts offre trascrizioni

Se sei sordo e non vuoi comunque perderti l'intervista con questa star o autore, da iOS 17.4 puoi accedere alla versione testuale dell'episodio corrispondente dello show nell'app Apple Podcasts. Le trascrizioni dei podcast possono anche aiutarti a trovare singole citazioni più rapidamente, a cercare qualcosa che non hai capito così bene a livello acustico o a utilizzare un'app di traduzione per tradurre passaggi che non hai capito nella tua lingua madre a causa di una barriera linguistica. Quindi nel complesso una buona cosa.

Siri può leggere i messaggi in arrivo in più lingue

Oltre alla lingua di sistema, ora Siri può essere dotato di un elenco di lingue da utilizzare per leggere i messaggi di iMessage. A partire da iOS 17.4, ora puoi farti leggere i contenuti della chat quando comunichi a livello internazionale.

Streaming di videogiochi tramite app pertinenti

Finora su iPhone e iPad era possibile giocare ai videogiochi renderizzati sui server solo tramite i siti web dei servizi di streaming di giochi. A partire da iOS 17.4 e iPadOS 17.4 Apple consente ora di utilizzare le app dei rispettivi fornitori. Offerte come Xbox Cloud Gaming o Nvidia GeForce NOW dovrebbero apparire nell'App Store a partire da marzo.

La scheda Ascolta ora è stata rinominata in Musica e Podcast

La scheda "Ascolta ora" nell'app Musica di Apple e nell'app Podcast diventa una scheda "Home". L'icona di riproduzione, che in precedenza contrassegnava la scheda nella barra degli strumenti, diventa una casa.

Nuovi emoji da iOS 17.4

Con il prossimo aggiornamento del sistema operativo iPhone, sul tuo dispositivo saranno disponibili anche nuovi emoji. Questi provengono dall'aggiornamento Unicode alla versione 15.1, già confermato a settembre 2023:

  • Fungo (cfr. cappello marrone)
  • Fenice
  • Catena a maglie spezzate
  • Pezzo di lime
  • "No" scuotendo la testa
  • "Sì" annuisce

La barra degli indirizzi di Safari si sta allargando

La barra degli indirizzi in cui Safari visualizza l'URL del sito Web a cui si accede sarà un po' più ampia.

CondividiPlay per HomePod

Oltre a SharePlay in macchina, a partire da iOS 17.4 c'è anche SharePlay per la casa. Se utilizzi l'app Apple Music sul tuo iPhone per riprodurre musica con HomePod, puoi aprire un codice QR e chiedere ad altre persone di scansionarlo con il proprio iPhone o dispositivo Android. Ciò dà loro accesso alla selezione musicale e ai controlli multimediali anche se non hanno un abbonamento Apple Music.

Preparazione per le nuove funzionalità di CarPlay

Riferimenti a nuovi contenuti e funzioni di CarPlay sono stati trovati nel codice sorgente delle attuali versioni beta di iOS 17.4. Quindi c'è ad es. B. nuove app per configurare le impostazioni dell'auto, accedere alla telecamera posteriore dell'auto, visualizzare lo stato di carica dei veicoli elettrici, controllare l'aria condizionata, il riscaldamento dei sedili, ecc., controllare le porte, riprodurre stazioni radio tramite FM, AM e Internet, per controllare gli pneumatici pressione, ed infine un'app con diversi dati di utilizzo dell'auto, come la velocità media percorsa, l'efficienza del carburante o della batteria, la distanza totale e la distanza dell'ultimo viaggio, ecc.

Tuttavia, queste nuove app non arriveranno su CarPlay a marzo. Si presuppone che le informazioni corrispondenti nel prossimo aggiornamento iOS rappresentino solo la preparazione per un aggiornamento CarPlay più ampio. L'uscita è prevista per il 2024 e probabilmente per il momento sarà disponibile solo negli Stati Uniti. Probabilmente lo sapremo esattamente dopo la WWDC24.Nota fondamentale nel mese di giugno. Se nella redazione Apple c'è già una notizia al riguardo, ovviamente lo scoprirete qui nel blog.

Fonti: 1, 2

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali