Cinegiornale Sir Apfelot settimana 45, 2023

In questa edizione del nostro formato di notizie settimanali troverai le notizie su Apple e sulla tecnologia che hanno particolarmente attirato la mia attenzione nella settimana di calendario 45 del 2023. Sono inclusi, tra l'altro, questi rapporti: vengono testate nuove funzioni AI per YouTube, OpenAI presenta un kit per i propri chatbot GPT, diversi problemi con dispositivi e sistemi Apple, Apple mette in pausa lo sviluppo di iOS 18 e macOS 15 per risolvere i problemi esistenti , voci sull'hardware su Nintendo Switch 2, NASA+ come nuovo servizio di streaming e altro ancora! 

Sir Apfelot come podcast

Se ti piacciono sia il blog che i podcast di Sir Apfelot, allora dovresti dare un'occhiata al podcast di Sir Apfelot. Lynne e Jens affrontano argomenti interessanti e mettono insieme le loro esperienze e opinioni.

Qui trovate le varie piattaforme su cui potrete ascoltarli (e ora anche guardarli) loro due:

Nel cinegiornale Sir Apfelot della settimana 45 del 2023 troverete, tra le altre cose, queste novità su Apple e sulla tecnologia: nuove funzioni AI su YouTube, OpenAI offre kit di costruzione per i propri GPT, i problemi di Apple si accumulano, dati di Nintendo Switch 2 , streaming NASA+ e altro ancora!
Nel cinegiornale Sir Apfelot della settimana 45 del 2023 troverete, tra le altre cose, queste novità su Apple e sulla tecnologia: nuove funzioni AI su YouTube, OpenAI offre kit di costruzione per i propri GPT, i problemi di Apple si accumulano, dati di Nintendo Switch 2 , streaming NASA+ e altro ancora!

Google sta testando due funzionalità AI per il pubblico di YouTube

Sia gli utenti abituali selezionati che quelli con un abbonamento premium che hanno attivato funzioni sperimentali per il proprio account (prima solo Android negli USA) possono ora accedere a due nuovi strumenti AI su YouTube. Il primo riassume i commenti tematicamente correlati da lunghe colonne di commenti. Soprattutto nei video popolari, in cui i commenti sono spesso tematicamente simili e viene fornito solo un feedback leggermente diverso e tematicamente diverso, le tendenze delle dichiarazioni possono essere catturate più rapidamente.

La seconda caratteristica è un chatbot in grado di riassumere il video, rispondere a domande al riguardo e altrimenti discutere il video in modo tematico. Il bot dovrebbe anche essere in grado di creare domande di quiz per contenuti educativi. Google sottolinea nel nuovo documento di supporto sull'argomento, sottolinea che entrambe le funzionalità sono sperimentali e non devono sempre essere corrette. O per dirla in un altro modo: non dovresti fare affidamento su di esso. Questo è anche il motivo per cui inizialmente vengono lanciati e testati in piccoli gruppi.

OpenAI offre kit di costruzione per chatbot tematicamente specializzati

OpenAI ha introdotto questa settimana i cosiddetti “GTP”. Dietro questo c'è l'opzione individuale per creare le tue versioni di ChatGPT. Questi possono ad es. B. Includere istruzioni, conoscenze specialistiche ed esercizi di sviluppo delle competenze. Dal materiale universitario al supporto tecnico fino ai piani formativi, con questi GPT si potrebbe realizzare tutto il possibile. I GPT dovrebbero poter essere utilizzati sia per ambiti di applicazione limitati, come la formazione interna alle aziende, sia per il grande pubblico.

Anche il GPT Store sarà online questo mese. I creatori GTP verificati dovrebbero essere in grado di offrire la loro creazione in vendita qui. Oltre alla classifica, il negozio dovrebbe contenere anche la presentazione delle creazioni selezionate. Chi crea un GPT può, oltre alle proprie regole, collegarvi anche le proprie informazioni, interi database, accessi al web, plugin e API di altre offerte. Questo è ampio e certamente pratico in molte aree. Se non moderato, ciò potrebbe anche portare a offerte discutibili. (Fonte)

>>> GPT-4 Turbo – i principali miglioramenti del nuovo modello <<

Nuovi Mac forniti con macOS 13.5, l'aggiornamento a macOS 14 non riesce

Passiamo ad una serie di sfortunati eventi. Si comincia con i nuovi modelli Mac di Apple. I nuovi modelli M3 iMac e MacBook Pro equipaggiati con M3 Pro e M3 Max vengono ora consegnati e venduti nei negozi. Ma alcuni di essi non vengono rilasciati con macOS 14 Sonoma, come si potrebbe supporre, ma con macOS 13.5 Ventura. L'aggiornamento a Sonoma fallisce, probabilmente perché i modelli non sono effettivamente realizzati per Ventura e quindi il comando di aggiornamento a Sonoma sembra assurdo. Con macOS 14.1.1 l'aggiornamento dovrebbe finalmente essere possibile. (Fonti: 1, 2)

Determinazione della posizione dell'iPhone: le imprecisioni impediscono l'automazione

La posizione può essere utilizzata come trigger sia per la smart home con Apple HomeKit, sia sotto forma di brevi comandi per automazioni limitate al dispositivo. Te l'ho già mostrato qui: Istruzioni – Apri l'app per iPhone quando arrivi o lasci una posizione. Tuttavia si dice che ci siano problemi di vario tipo in cui l'iPhone non riesce a determinare correttamente la posizione, a volte con una deviazione di 500 metri dalla posizione effettiva. Ciò impedisce l'esecuzione delle automazioni dipendenti dalla posizione.

Uno dei fattori problematici qui è che l'iPhone non utilizza il GPS per determinare la posizione, che viene utilizzato per le automazioni e le scorciatoie di HomeKit. Vengono invece utilizzati Bluetooth e WiFi. Con il posizionamento dei dispositivi Bluetooth circostanti e l'utilizzo di un database di posizionamento WiFi ora compaiono alcuni messaggi errati. Alla frustrazione delle persone colpite si aggiunge il fatto che non esiste ancora una soluzione in vista e il supporto Apple a volte fornisce istruzioni dettagliate, ma non sono di alcuna utilità. Apple sembra dover aiutare qui con un aggiornamento mirato di iOS. (Fonte)

Messaggi di errore ignorati: gli sviluppatori dovrebbero boicottare il sistema di feedback di Apple

Per l'invio di segnalazioni di errori, bug scoperti e vulnerabilità di sicurezza identificate, Apple offre il cosiddetto Assistenti di feedback A. Ma non tutte le proposte ricevono l'attenzione che Apple promette e che sarebbe adeguata al problema in questione. Frustrato da proposte passate inosservate e da lunghi tempi di attesa, lo sviluppatore Jeff Johnson ora chiede il boicottaggio del sistema. Nelle sue istruzioni dettagliate sul boicottaggio, così come lo immagina, dice, tra l'altro (tradotto liberamente):

  1. Invia un nuovo feedback dell'Assistente Feedback (negli Strumenti e risorse per sviluppatori) che elenchi i problemi riportati di seguito e indichi che boicotterai l'Assistente Feedback finché i problemi non saranno risolti.
  2. Non inviare altri feedback finché Apple non risolve il problema.
  3. Se Apple fa domande sul feedback precedente, rispondi semplicemente boicottando il Feedback Assistant e facendo affidamento sul tuo feedback dal punto 1.

In un aggiornamento al post collegato (che va molto oltre secondo le istruzioni mostrate e contiene i punti critici da sottoporre) si nota anche che ora esiste una pagina separata per il boicottaggio: https://lapcatsoftware.com/FeedbackAssistantBoycott/. Qui puoi vedere gli altri attivisti, metterti in contatto e avere una panoramica della risposta dei media alla campagna. Quindi chiunque ne riceva uno backlink Se vuoi garantire la tua sicurezza, puoi scrivere un articolo sul boicottaggio e inserirlo nella lista “Nei media” ;)

Apple vuole apportare miglioramenti e sta temporaneamente sospendendo iOS 18 e macOS 15

In linea con le attuali notizie sui vari problemi con l'hardware e i sistemi operativi Apple e sull'imminente boicottaggio del sistema di feedback, c'è una notizia secondo cui Apple vorrebbe apportare importanti miglioramenti. L’obiettivo è lavorare sulle prestazioni e sulla funzionalità dei sistemi esistenti.

I team di sviluppo nei settori interessati dovrebbero fornire risorse a questo scopo - per il momento dovrebbero essere responsabili dello sviluppo dei prossimi sistemi operativi, ad es. B. iOS 18 e macOS 15. Non credo che di conseguenza i nuovi sistemi operativi subiranno ritardi significativi. È più probabile che le innovazioni ambiziose vengano rinviate fino agli aggiornamenti o alle versioni principali successive. (Fonte)

Dati tecnici trapelati? Questo dovrebbe essere il Nintendo Switch 2!

Il Nintendo Switch è stato lanciato sul mercato nel 2017, con prestazioni relativamente basse all'epoca. Tuttavia, sulla console di gioco ibrida sono comparsi alcuni giochi fantastici - soprattutto le due parti di "The Legend of Zelda" hanno fissato gli standard. Dal 2024 i giochi Switch potrebbero avere qualche successore ancora più ambizioso, perché allora potrebbe essere lanciato il “Nintendo Switch 2”.

Si dice ancora una volta che l'elemento centrale dell'hardware di Nintendo Switch 2 (o altro nome di console) sia un SoC Nvidia, che è destinato a elevare la console al livello di PlayStation 4. EuroGamer offre un riepilogo molto completo delle precedenti indiscrezioni e voci al riguardo a questo punto. Heise online fornisce un riepilogo più breve qui. Da qui derivano anche i dati tecnici tanto vociferati.

Queste le possibili date a confronto:

Nintendo Switch 2, 2024 (voci) Nintendo Switch, 2017 o versione OLED, 2021
Progettista di sistemi su chip (SoC). Nvidia Nvidia
Produzione/Architettura Samsung/8nm TSMC/16nm
Architettura del nucleo della CPU BRACCIO Cortex-A78C (ARMv8) BRACCIO Cortex-A57 (ARMv8)
Core della CPU 8 4
Thread della CPU 8 4
Velocità di clock della CPU ? 1,02 GHz
Architettura della GPU Nvidia Ampere Nvidia maxwell
Core della GPU 12 (1.536 core shader) 2 (256 core shader)
Velocità di clock della GPU ? fino a 768 MHz
Potenza di calcolo FP32 ? fino a 0,4 TFlop
RAM/Tipo 16GB/LPDDR5-6400 4GB/LPDDR4-1600

Il nuovo servizio di streaming NASA+ mostra contenuti spaziali gratuitamente

La NASA sta modernizzando la sua offerta mediatica per suscitare interesse nei vari progetti NASA e nei viaggi spaziali in generale. Di conseguenza, questa settimana è stata lanciata l’offerta di streaming NASA+. È raggiungibile tramite questo sito: https://plus.nasa.gov/. Non sono previsti costi di utilizzo.

Oltre ai contenuti on-demand di varie categorie, l'offerta può essere filtrata anche per serie specifiche. C'è anche la possibilità di seguire eventi dal vivo (ad esempio lanci di razzi) tramite l'offerta. Oltre al sito web, puoi anche utilizzare le app NASA con NASA+ su vari sistemi: iPhone, iPad e Apple TV / Dispositivi Android.

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali