Cinegiornale Sir Apfelot settimana 8, 2024

Lentamente ma inesorabilmente la primavera sta sostituendo l’inverno. Ma anche il mondo Apple e le novità tecnologiche continuano a girare. Ecco perché oggi c'è una nuova edizione del cinegiornale Sir Apfelot. Questa volta ti mostrerò i resoconti che hanno attirato la mia attenzione nella settimana di calendario 8 del 2024. Questi argomenti includono, tra gli altri: il codice di spedizione invece dell'etichetta stampata per i pacchi DHL, Amazon vuole abolire lo streaming gratuito, il test Neuralink può spostare il cursore del mouse con il pensiero, la Cina è il vero motivo dell'adattamento RCS di Apple, il protocollo PQ3 dovrebbe rendere iMessage più sicuro e altro ancora.

Nel cinegiornale Sir Apfelot per la settimana di calendario 8 del 2024 troverai questi rapporti, tra gli altri: codici di spedizione per i pacchi DHL, Amazon vuole abolire il freevee, Apple sta implementando RCS a causa della Cina, iMessage sta ottenendo il protocollo PQ3 e altro ancora!
Nel cinegiornale Sir Apfelot per la settimana di calendario 8 del 2024 troverai questi rapporti, tra gli altri: codici di spedizione per i pacchi DHL, Amazon vuole abolire il freevee, Apple sta implementando RCS a causa della Cina, iMessage sta ottenendo il protocollo PQ3 e altro ancora!

Spedizione pacchi tramite DHL: ID scritto a mano anziché etichetta stampata

Come il francobollo mobile, che può essere richiesto tramite app e utilizzato come codice alfanumerico al posto del francobollo sulle buste postali, presto sarà possibile affrancare i pacchi con DHL. Nelle prime regioni di prova è stata introdotta la possibilità di utilizzare un codice postale. Il tutto va di pari passo con il servizio takeaway di DHL, che può essere richiesto gratuitamente per avere i pacchi ritirati direttamente dal servizio di consegna. I codici dei pacchi normali iniziano con "PAK", le spedizioni di reso con "RET".

Per utilizzarlo è possibile scansionare il codice QR presente sull'etichetta di spedizione ricevuta via email, che richiama il codice alfanumerico. Questo dovrà poi essere scritto in modo leggibile sul pacco in modo che la spedizione possa essere effettuata anche senza stampante. La spedizione potrà poi essere effettuata consegnando il pacco all'autista DHL oppure utilizzando un luogo di deposito concordato. La procedura denominata “portare con sé senza stampante” viene attualmente descritta ai singoli utenti tramite e-mail. Non è ancora chiaro quando finirà questo test e tutti potranno utilizzare il codice di spedizione del pacco (Fonte).

Il prossimo problema di “Prime Video”: la gratuità dovrebbe essere abolita

Recentemente sono arrivate diverse segnalazioni negative sull'offerta di streaming di Amazon “Prime Video”. Perché non era solo quello Offerta a pagamento con pubblicità equipaggiato durante serie e film. Sono state incluse anche le funzioni precedentemente integrate come Dolby Vision, Dolby Atmos e Watchparty, nonché l'assenza di pubblicità spostato in un abbonamento aggiuntivo. Questo costa altri € 2,99 al mese in aggiunta al normale prezzo Prime. Poiché ora l'abbonamento regolare Prime include lo streaming con pubblicità, il passo successivo dovrebbe essere l'offerta di streaming parallela ad essa libero essere abolito.

Le ragioni della decisione, non ancora rese pubbliche, spiegate da addetti ai lavori: Amazon non ha bisogno di due offerte streaming con pubblicità. Tuttavia, la grande differenza tra le due offerte è che per Freevee è necessario solo un account Amazon gratuito, mentre per Prime Video è necessario un abbonamento Prime a 8,99 euro al mese. Quindi l’argomentazione è errata e Amazon sembra voler sfruttare al meglio la combinazione di pubblicità e abbonamenti aggiuntivi. Lo streaming completamente gratuito sembra essere una seccatura (Fonte).

Netflix accetta pagamenti solo al di fuori dell'App Store

Da oggi, venerdì 23 febbraio 2024, Netflix non accetterà più pagamenti tramite l'Apple App Store. Recentemente non è stato più possibile stipulare nuovi abbonamenti tramite il reparto app del produttore dell'iPhone. Ma se usi ancora un vecchio abbonamento, ad es. B. tramite un'app iOS e la fatturazione avviene tramite essa, ora devi specificare un altro metodo di pagamento. Sebbene ciò probabilmente non influirà su così tanti utenti, questi potrebbero perdere l'abbonamento esistente relativamente economico.

Se non agisci in tempo o semplicemente dimentichi di inserire un nuovo metodo di pagamento sul sito Netflix prima della fatturazione successiva, il tuo abbonamento può essere annullato. Per poter utilizzare nuovamente Netflix è necessario sottoscrivere un nuovo abbonamento. Ma chi ha perso la tariffa di base conveniente non potrà ritornarvi. Perché Netflix non lo propone più al costo precedente di 7,99€. La tariffa standard di 12,99 € al mese è ora l'offerta più economica e senza pubblicità. Al di sotto c'è solo la tariffa con pubblicità a 4,99€ al mese (Fonte).

Neuralink: la prima persona sottoposta al test dovrebbe essere in grado di muovere il puntatore del mouse con il pensiero

Come già riportato a fine gennaio, la società Neuralink è stata la prima a trapiantare un'interfaccia uomo-computer in un cervello umano. L'azienda di Elon Musk sta facendo il passo successivo nella ricerca sulla tecnologia, criticata, tra le altre cose, per l'uso dei primati come animali da laboratorio.

Come ora riportato con riferimento alle dichiarazioni di Musk, il primo soggetto del test si sarebbe ripreso dall'operazione e sarebbe già in grado di controllare con la mente il cursore del mouse. Ora vogliamo lavorare sull'utilizzo della nostra mente per generare il maggior numero possibile di clic del mouse nella fase successiva dell'allenamento. Non sembrano esserci ancora dichiarazioni più dettagliate (Fonte).

Beta Test: trasferimento di musica sull'app Apple Music

Almeno nell'ambito di un beta test su telefoni Android, Apple sembra offrire attualmente ad alcuni tester la possibilità di trasferire la propria raccolta musicale da altre app all'app musicale di Apple. L'opzione corrispondente viene visualizzata direttamente nell'app musicale per Android. Con questo potete selezionare un altro provider, come Spotify, Amazon Music, YouTube Music o simili, e trasferire poi la libreria musicale lì utilizzata su Apple Music. 

Come mostrano gli screenshot, sembra che Apple stia lavorando con SongShift sull'offerta. Oltre a questo beta test, l'app SongShift - come FreeYourMusic, Playlistly e Switcheroo - può anche essere scaricata singolarmente dagli app store per scambiare la raccolta musicale tra diversi servizi. Resta da vedere se Apple manterrà la collaborazione dopo un test riuscito o acquisterà SongShift e lo combinerà con l'app musicale o con Shazam (Fonte).

Cina: il vero motivo per cui Apple adotta lo standard RCS

Lo avremo a metà novembre 2023 riferito al riguardoche Apple adotterà ora lo standard RCS dopo anni di rifiuto. Si tratta dei Rich Communication Services, che rappresentano un ulteriore sviluppo degli SMS e degli MMS. Lo standard RCS consente quindi lo scambio di messaggi mobili comprese chat di gruppo, messaggi audio e scambio di file. Quindi tutto ciò che non solo Google come provider Android, ma anche gli utenti richiedono da tempo. L'inversione di marcia di Apple nel fondere iMessage con altri standard di messaggistica è stata vista all'epoca come un'obbedienza anticipata all'UE. Tuttavia, l'UE ha successivamente confermato che iMessage non era considerato un'offerta di gatekeeper e quindi non erano necessarie modifiche.

Il fatto che Apple voglia ancora rilevare RCS non assomiglia al produttore dell'iPhone. Ecco perché il blogger John Gruber, ben collegato negli ambienti Apple, ha cercato di trovare un'altra spiegazione. Lo ha trovato nella vasta area tematica della Cina. Perché presto la Cina richiederà che anche i dispositivi 5G appena lanciati supportino RCS. Dato che Apple non può negoziare con la Cina come fa con l'UE (o non può negoziarlo affatto), la nuova regolamentazione è stata seguita direttamente. Proprio come rimuovere le VPN dall'App Store, modifica dell'accesso AirDrop, il passaggio da iCloud ai server statali, ecc. (Fonti: 1, 2).

iMessage è progettato per essere protetto da minacce future con il protocollo PQ3

Contemporaneamente alla domanda di Apple "Quanto in alto?", dopo che la Cina ha detto "Salta!", il produttore di iPhone ha annunciato che è stata sviluppata una nuova crittografia per iMessage. Il protocollo PQ3 è progettato per basarsi sulla crittografia “post-quantistica” e quindi impedire la decrittografia di messaggi e altri dati utilizzando computer quantistici. Questo nuovo tipo di computer, non ancora completamente sviluppato e certamente non pronto per un uso diffuso, potrebbe in futuro minacciare le attuali tecnologie di crittografia e consentire attacchi hacker di una qualità completamente nuova.

Per fare ciò, i criminali non aspettano che i computer quantistici siano completamente sviluppati, ma stanno già raccogliendo grandi quantità di dati che potrebbero essere in grado di decrittografare in futuro. Per poter porre fine direttamente a questo approccio, Apple ha lavorato alla nuova crittografia PQ3 per iMessage e offre informazioni al riguardo nel suo blog sulla sicurezza. Il nuovo standard viene anche confrontato con l'attuale crittografia di altri messenger e con le versioni precedenti di iMessage. Una lettura interessante per chiunque sia interessato (fonti: 1, 2).

L'iPad Pro pieghevole con display da 20,3 pollici potrebbe uscire nel 2027

La società di analisi Omdia ha pubblicato una possibile tabella di marcia per iPad e MacBook, da cui emerge, tra le altre cose, che Apple potrebbe lanciare un iPad Pro pieghevole nel 2027. Non si è parlato solo dei nuovi dispositivi e delle dimensioni dei display, ma anche e soprattutto della loro tecnologia di visualizzazione. Mostra dove sono gli LCD, dove gli OLED e dove potrebbero essere utilizzate le tecnologie ibride. Le varie informazioni sono riassunte anche in grafici comprensibili (Fonte). A proposito, puoi scoprire cosa potrebbe presentare Apple il mese prossimo qui: Evento Apple di marzo 2024: voci su iPad, Mac e Vision Pro.

Ancora più Sir Apfelot per te!

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali