Che cos'è FLAC (formato audio)?

Oltre a MP3, WAV, M4A, ALAC e formati audio simili, potresti aver già visto l'estensione del file FLAC. Un file .flac offre segnali audio compressi senza perdita di dati, che hanno una compressione dal 50 al 60 percento rispetto al materiale originale. La particolarità dei file FLAC è che non servono solo come file audio, ma anche come contenitore per vari metadati e immagini come copertine di album. Inoltre, possono essere essi stessi inclusi in contenitori, come i contenitori Ogg, dove possono fungere da tracce audio di un video. Puoi trovare ulteriori informazioni, lo sfondo del formato open source gratuito e informazioni su quale programma puoi utilizzare per aprire i file FLAC qui.

In cosa consiste il formato audio FLAC? Quali sono i vantaggi del formato e che tipo di compressione lossless ci si può aspettare? Quale app può essere utilizzata per aprire i file .flac? Puoi trovare le risposte a queste e ad altre domande qui!
In cosa consiste il formato audio FLAC? Quali sono i vantaggi del formato e che tipo di compressione lossless ci si può aspettare? Quale app può essere utilizzata per aprire i file .flac? Puoi trovare le risposte a queste e ad altre domande qui!

Cosa significa effettivamente l'abbreviazione "FLAC"?

Per prima cosa chiariamo le basi: il nome del formato file, che promette una compressione senza perdita di segnali audio, significa "Gratis Audio senza perdita Codec', che si traduce in 'Codificatore/decodificatore audio lossless gratuito“. La parola libero può anche essere tradotta come libero. Qualsiasi sviluppatore che desideri implementare FLAC nel proprio software per codificare o decodificare l'audio può farlo. Le risorse necessarie sono ufficialmente disponibili per il download dal team competente (vedi sotto).

Storia del codec audio senza perdita di dati gratuito

FLAC è di circa dieci anni più giovane del noto formato audio MP3. Nel 2000, i primi sviluppatori sono stati coinvolti nel progetto open source. All'inizio del 2001, la versione 0.5 era la prima beta; sei mesi dopo era disponibile la versione finita 1.0. Nel 2002, PhatNoise è diventato il primo produttore di sistemi audio a includere FLAC nel suo gruppo di formati audio supportati. FLAC è stato utilizzato per la prima volta come contenuto audio di un contenitore (video) nel 2003 presso la Xiph.Org Foundation. Nel 2004, i Metallica hanno annunciato che gli audiofili sarebbero stati anche in grado di scaricare le registrazioni dei concerti in formato FLAC oltre al formato MP3.

A causa della natura open source del formato FLAC, presto ci furono altri sviluppatori che provarono codec e implementazione. Nel 2006, Justin Ruggles ha pubblicato l'encoder "Flake", che ad es. B. è stato incluso nel progetto FFmpeg. Lo sviluppo ufficiale del Free Lossless Audio Codec è stato quindi sospeso dal 2007 al 2013. Con la versione 1.3.0, tuttavia, è tornato un team appena assemblato e da allora si è occupato del progetto. Oltre al formato .flac, questo contiene anche libFLAC come libreria per codificatori, decoder e interfacce di metadati, il wrapper libFLAC++, strumenti a riga di comando per (de)codificare e modificare i metadati e, ultimo ma non meno importante, plug-in per musica e app per lettori multimediali.

Vantaggi di FLAC come compressione audio e progetto open source

I vantaggi di FLAC come opzione di archiviazione per i segnali audio e come standard per la propria libreria di musica digitale sono molteplici. Sebbene i file siano molto più grandi dei file MP3, ad esempio, anche questi ultimi sono con perdite. I file FLAC sono progettati per riprodurre CD e altre sorgenti nella loro qualità audio originale e ridurre le dimensioni del file dal 50% al 60% grazie alla compressione. Oltre alla musica o ad altro audio, qui vengono memorizzati anche i metadati (ad es. band, album, anno, copertina dell'album, collaboratori, ecc.). A tale scopo, il contenitore è costituito da vari blocchi di metadati.

FLAC può essere utilizzato anche per lo streaming audio. Infatti, tra i blocchi dati individualmente definibili nel contenitore, ne viene specificato uno solo come unico e primo della riga: il blocco STREAMGINFO. Ciò mantiene tutti i dati rilevanti sul flusso di dati del file o del flusso pronti. Inoltre, FLAC può essere implementato come formato audio in contenitori video. Molti di questi dati audio compressi ma senza perdita di dati possono essere integrati nei contenitori Ogg e Matroska, ad esempio, per offrire diverse tracce audio (ad esempio per diverse lingue) oltre alla traccia video.  

Quali programmi possono essere utilizzati per aprire file .flac?

Da macOS 10.13 High Sierra puoi importare file FLAC su Apple Mac con Quicktime Player aprire. Inoltre puoi VLC Player, Vox, Clementine e app simili. Se Windows Media Player sul PC non riesce a riprodurre automaticamente i file FLAC, il codec richiesto può essere scaricato gratuitamente (vedi sotto). Inoltre, VLC Player può essere utilizzato anche sotto Windows. Molte distribuzioni Linux, d'altra parte, hanno già implementato il codec FLAC in modo che i lettori multimediali integrati possano gestire il formato audio. Ci sono lettori FLAC nell'App Store / Play Store sia per dispositivi iOS e iPadOS, sia per smartphone e tablet Android. Tra questi c'è di nuovo il VLC Player.

Fonti e approfondimenti sull'argomento

I miei consigli e trucchi sulla tecnologia e su Apple

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali
Shopping
  •  
  •