Cos’è il “dogfooding” nell’area dello sviluppo hardware e software?

Per quanto riguarda il chatbot di Apple, chiamato "AppleGPT" per mancanza di un nome ufficiale, gli addetti ai lavori affermano che viene utilizzato per il dogfooding. Altri servizi e prodotti sono o sono stati sottoposti a questo processo prima della pubblicazione. Ma cos’è comunque la sperimentazione del cane? E da dove viene il termine? In questo post ho riassunto per te il significato, l'origine, gli esempi e le frasi alternative.

Cosa significa sperimentare la sperimentazione o "mangiare il proprio cibo per cani"? Qui troverai la definizione di sviluppo software e produzione hardware, inclusa la storia del termine e alcuni esempi.
Cosa significa sperimentare la sperimentazione o "mangiare il proprio cibo per cani"? Qui troverai la definizione di sviluppo software e produzione hardware, inclusa la storia del termine e alcuni esempi.

TL;DR: Dogfooding significa utilizzare i propri prodotti

  • Se un’azienda utilizza il “dogfooding”, utilizza i propri prodotti o servizi internamente. Ciò può variare dalle macchine di produzione e dai computer alla tecnologia di rete e al software.
  • Ad esempio, Apple utilizza computer Mac anziché PC Windows e Google si scambia messaggi di posta elettronica tramite Gmail anziché Yahoo o GMX, mentre Windows collabora tramite Teams anziché Slack o altri prodotti concorrenti.
  • Oltre al riconoscimento interno dei punti deboli della propria offerta e dei relativi miglioramenti, il dogfooding include anche un messaggio positivo verso il mondo esterno che l'azienda stessa crede nella qualità dei propri prodotti e servizi.

Da dove viene il termine “cibo per cani”?

Il termine "dogfooding", e in precedenza la frase "eating your own dogfood", è spesso usato nello sviluppo di software moderno, ma presumibilmente risale alla pubblicità televisiva degli anni '1970. A quel tempo, l'attore e musicista Lorne Greene affermò in una pubblicità del cibo per cani Alpo di aver dato lo stesso cibo ai suoi cani. Non è però detto che questo vago riferimento testimoniale sia l'unica origine dell'espressione.

Perché un altro aneddoto che calzarebbe un po' meglio come possibile origine riguarda il presidente dell'azienda Kal Kan Pet Food. Si dice che abbia mangiato una lattina di cibo per cani prodotto dalla sua azienda durante un'assemblea degli azionisti, sempre in quel periodo. Questo è più vicino al significato attuale di "Mangiare il proprio cibo per cani" o al termine più breve di cibo per cani, poiché comunica un buon controllo di qualità interno e fiducia nel proprio prodotto.

Il termine è entrato nel mondo della tecnologia e del software tramite Microsoft

Nel 1988 Microsoft testò il suo sistema operativo di rete “LAN Manager” per il successivo rilascio sul mercato del software. Tuttavia, a quel tempo, internamente per la propria rete veniva utilizzato un sistema diverso. Pertanto, il responsabile del test Brian Valentine è stato invitato via e-mail dal suo superiore Paul Maritz a includere l'uso interno di LAN Manager nei test. Si dice che l'oggetto dell'e-mail fosse "Mangiare il proprio cibo per cani". Da allora, si dice che la frase sia stata utilizzata pubblicamente, sia internamente che per scopi di marketing.

All'inizio degli anni '1990, ad esempio, lo sviluppo di Windows NT è stato favorito dal dogfooding. L'ingegnere del software responsabile, Dave Cutler, ha insistito affinché il sistema operativo fosse utilizzato internamente. Ciò ha reso chiaro quanto spesso i singoli programmi o addirittura l'intero sistema si bloccassero. Queste esperienze hanno permesso di lavorare direttamente sulle prestazioni e sulla stabilità del sistema - e cosa ancora più importante: prima della pubblicazione. Lo stesso valeva per Microsoft Exchange a metà degli anni '90 e per la gestione della rete Microsoft, dotata di un proprio software, a metà degli anni 2000.

Altri esempi di sperimentazione nel settore

Anche prima dell'utilizzo dei propri prodotti, le offerte di software e i concetti di azione nella propria azienda avevano un nome speciale, era ad es. B. ha esercitato presso Apple. Nel febbraio 1980, l’allora presidente della Apple Computer, Michael “Scotty” Scott, annunciò in una nota che le macchine da scrivere non sarebbero più state utilizzate all’interno di Apple. Era inoltre direttamente vietato acquistare nuove macchine da scrivere. La convinzione dell'azienda che le macchine da scrivere siano obsolete dovrebbe essere dimostrata internamente da tutti coloro che scrivono solo sui computer Apple.

Ci sono altri esempi a partire dall’inizio del millennio, quando sia HP che Mozilla realizzarono progetti interni chiamati “Alpo”. Il nome del progetto si riferisce al marchio di alimenti per cani sopra menzionato e conferma che il concetto di dogfooding si è diffuso da Windows ad altre aziende tecnologiche. Entrambi i progetti riguardavano l'utilizzo e il test interno delle nostre offerte. Nel 2016, Oracle ha riferito che più di 20.000 sviluppatori dell'azienda utilizzavano Oracle Linux. Google è un altro grande esempio, con l'uso interno di Gmail, Google Drive, Google Workspace, ecc.

Il significato e lo scopo della sperimentazione per le singole aziende

Se il cibo per cani viene praticato in azienda, può presentare diversi vantaggi. Da un lato guardi al tuo prodotto e ai suoi possibili punti deboli allo scopo di migliorarlo e svilupparlo ulteriormente. D’altro canto ciò invia un messaggio positivo ai (potenziali) clienti e alla stampa specializzata. Perché l'utilizzo interno delle proprie offerte viene percepito come controllo di qualità, o meglio ancora: come garanzia di qualità.

Oltre al controllo di qualità vero e proprio e allo sviluppo attentamente studiato allo scopo di pubblicare un prodotto funzionante, c'è anche un messaggio pubblicitario. Ciò può ovviamente indebolire il significato delle informazioni sul presunto dogfooding. Se un'azienda afferma di utilizzare internamente le proprie offerte, ma poi i clienti commettono così tanti errori che l'affermazione si rivela essere solo uno slogan pubblicitario, allora ovviamente viene persa la fiducia nell'azienda e nelle sue intenzioni.

Il sottile “Lo usiamo noi stessi” in Apple

Se si guardano i video di presentazione dei nuovi prodotti Apple, in cui Tim Cook, Craig Federighi e Co. presentano nuovi iPhone, Mac, sistemi operativi e simili, il dogfooding non viene affrontato direttamente, ma viene mostrato. Perché tutti coloro che parlano di dispositivi e sistemi davanti alla telecamera indossano un Apple Watch. Anche e soprattutto quando non si tratta dell'Apple Watch. Il messaggio è “Lo usiamo noi stessi perché ha senso per la vita di tutti i giorni!”

Termini alternativi per l'uso interno dei propri prodotti e servizi

Come probabilmente puoi immaginare, mangiare cibo per cani non è l'idea più positiva per la maggior parte delle persone. Tuttavia, la sperimentazione del cane dovrebbe essere un processo con conseguenze positive. In alcune aziende vengono quindi utilizzati nomi e descrizioni alternativi, come “bere il proprio champagne”. Oppure “Icecreaming” come forma abbreviata della produzione del “gelato che i nostri clienti vogliono consumare”.

La frase "mangiare la propria cucina" utilizzata dagli sviluppatori IBM è meno orientata a cibi o bevande specifici. Un termine più tecnico che non ha nulla a che fare con il cibo, il cibo per animali o simili è “self-hosting”. Self-hosting significa l'utilizzo di software o parti di software per creare una nuova versione di te stesso. Ciò è certamente vero per quanto riguarda l'ulteriore sviluppo dei sistemi operativi applicati, dei servizi di posta, dei computer e simili. O come risposta breve alla domanda iniziale: la versione sperimentale è self-hosting.

Altri termini dello sviluppo hardware e software

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali