Cos'è un exploit?

Il termine Sfruttare probabilmente ne hai già sentito parlare o letto, probabilmente in relazione a sistemi informatici o dispositivi mobili con iOS o Android. A volte i rapporti trattano dell'uso criminale dei cosiddetti exploit, a volte dell'eliminazione di punti di attacco – ad es. B. con un aggiornamento di sistema. O per dirla in altro modo: un exploit è la possibilità di utilizzare una falla di sicurezza che gli hacker possono utilizzare per penetrare nel sistema e che dovrebbe essere colmata dagli sviluppatori responsabili. Di seguito troverete maggiori dettagli e link utili sull'argomento.

Che cos'è un exploit e come funziona un attacco alla vulnerabilità di un sistema o di un'app? Quali sono i pericoli e come riconosco l'attacco al mio computer? Qui troverai informazioni importanti e link ad altri articoli sui malware.
Che cos'è un exploit e come funziona un attacco alla vulnerabilità di un sistema o di un'app? Quali sono i pericoli e come riconosco l'attacco al mio computer? Qui troverai informazioni importanti e link ad altri articoli sui malware.

Cosa significa "sfruttare"?

Cosa significa in realtà il termine sfruttamento? La parola inglese significa qualcosa come "exploit" o "exploit". Per quanto riguarda l'elaborazione elettronica dei dati (EDP), un exploit descrive l'opportunità di sfruttare una falla di sicurezza emersa durante la creazione del software. Si accede alle risorse o si paralizza il sistema tramite questa vulnerabilità.

Oltre ai sistemi operativi, il software difettoso può essere anche singoli programmi, Apps, commercio di strumenti e script. Se questi non sono stati programmati "a tenuta stagna" e gli hacker oi criminali informatici trovano un modo per sfruttare una vulnerabilità per i propri scopi, allora si parla di exploit. Questo viene utilizzato per ulteriori misure, come l'installazione di malware.

Cos'è un exploit zero-day?

Se hai sentito parlare di un exploit, potresti esserti imbattuto nel termine exploit zero-day. "Zero Day[s]" sta per "zero days" e descrive il fatto che l'exploit viene utilizzato non appena viene reso noto. Gli sviluppatori non hanno tempo, cioè zero giorni, per fare qualcosa per evitare che la vulnerabilità scoperta venga sfruttata. Un exploit zero-day viene solitamente tenuto segreto e scambiato sul mercato nero in modo che le attività criminali rimangano possibili e non venga sviluppata alcuna patch per chiudere la vulnerabilità il più a lungo possibile.

Oltre ai criminali, ci sono anche hacker e aziende che cercano exploit per proteggere il rispettivo sistema o programma per il quale non esiste ancora una patch. Questi vengono quindi segnalati agli sviluppatori e altrimenti tenuti segreti. Tuttavia, alcuni cercano di aumentare la pressione pubblicando le vulnerabilità scoperte dopo un certo periodo di tempo dopo averle segnalate ai responsabili. Ciò dovrebbe portare a uno sviluppo più rapido delle patch e agli utenti in grado di fare affidamento su una maggiore sicurezza prima.

Facile classificazione degli exploit

Quindi, se ora consideri l'exploit e l'exploit zero-day come modi diversi di sfruttare una vulnerabilità, allora può risultare la seguente classificazione (puoi trovare una visione più tecnica di seguito):

  • Exploit noto: Questi exploit sono già stati identificati dai ricercatori di sicurezza. In questo modo, gli sviluppatori possono programmare le patch necessarie per colmare le lacune di sicurezza sottostanti. Le patch vengono rese disponibili agli utenti come aggiornamenti di sicurezza. Ecco perché è di grande importanza mantenere aggiornati Mac, PC, smartphone e tutti gli altri sistemi e le loro app.
  • Exploit sconosciuto: noti anche come exploit zero-day, questi exploit vengono creati non appena viene scoperta una vulnerabilità. In questo modo la vittima può essere attaccata tempestivamente, praticamente lo stesso giorno. Quando si verifica questo attacco, e idealmente viene scoperto, spetta agli sviluppatori di software capire come funziona e come porre rimedio alla vulnerabilità sfruttata. 

Kit di exploit: strumenti per criminali non tecnici

I punti deboli o le lacune di sicurezza necessarie per un attacco derivano quindi da errori nel processo di sviluppo del software. Questi difetti possono essere sfruttati dai criminali informatici, dando loro accesso al software o all'intero dispositivo/rete. Interi kit di exploit vengono creati anche per questo: toolbox digitali che fanno molto lavoro per te e richiedono poca o nessuna conoscenza di programmazione. 

Questi kit possono essere acquistati o anche noleggiati. Sono nascosti su siti Web dubbi, in pubblicità o allegati di posta elettronica. Quando qualcuno visita il sito Web o scarica l'allegato di posta, il software dannoso esegue la scansione del computer. Se viene scoperta una vulnerabilità, viene eseguito l'exploit per violarla ed entrare nel software o nel sistema.

Classificazione più tecnica degli exploit

Oltre agli exploit noti e sconosciuti dal punto di vista delle società di sicurezza e degli sviluppatori, c'è ovviamente anche il lato tecnico dell'esecuzione. Questo è importante anche per i responsabili dello sviluppo di una patch. Ma ancora più importante è la rispettiva procedura per tutti coloro che vogliono sviluppare e/o utilizzare l'exploit stesso. Puoi usare questa classificazione per questo:

  • Sfruttamento locale: viene aperto un file infetto, ad esempio un file Word, Excel o PDF, che esegue la scansione per utili vulnerabilità di sicurezza in background. Questi vengono quindi utilizzati per ottenere diritti di accesso a un livello superiore in modo da poter installare o caricare ulteriori malware. Quindi c'è una sovrapposizione con quello cavallo di Troia.
  • exploit remoti: si tratta di un attacco remoto eseguito da pacchetti di dati o flussi di dati infetti che prendono di mira la vulnerabilità. Ciò è reso possibile da una connessione di rete attiva, cioè di solito tramite Internet.
  • Exploit Denial of Service: invece di garantire diritti nel sistema o malware aggiuntivo (virus, Wurm, Spyware, ecc.), questo attacco ha lo scopo di sovraccaricare il sistema per impedirne il corretto funzionamento. La maggior parte delle volte, gli exploit zero-day vengono eseguiti in questo modo prima che possano essere sviluppati attacchi più estesi. Lo svantaggio per i criminali informatici è che la vulnerabilità può essere esposta in questo modo.
  • Exploit di esecuzione dei comandi: Questi attacchi remoti prendono di mira programmi che dispongono di privilegi estesi nel sistema. Ciò consente ai criminali informatici con le necessarie capacità di programmazione di accedere in remoto ai dati, reindirizzare le informazioni, controllare il sistema e causare danni ad altri.
  • Exploit di SQL injection: si tratta di attacchi a siti Web e app che utilizzano database SQL, ad esempio per gestire i dati degli account. Una possibile procedura qui è provare i comandi SQL nei campi di input della maschera di accesso per ottenere database programmati male o protetti in modo inadeguato per l'output delle informazioni.

Come posso rilevare un attacco exploit sul mio computer/sistema?

Sfortunatamente, non ci sono caratteristiche tipiche che caratterizzino in modo chiaro e inequivocabile un attacco exploit. Proprio per questo è di grande importanza mantenere sempre aggiornati il ​​sistema operativo (macOS, Windows, Linux, ecc.) e le app installate e installare le patch di sicurezza.

Anche se un exploit spesso passa inosservato, gli effetti possono essere avvertiti una volta che un altro malware si è insinuato. I segni di un attacco esterno includono:

  • Prestazioni peggiori del sistema
  • Il computer si blocca / i singoli programmi causano un carico elevato
  • Le impostazioni, soprattutto per la rete, cambiano senza che tu debba fare nulla
  • I popup e/o gli annunci continuano ad aprirsi (Che cos'è l'adware?)
  • C'è un'inspiegabile perdita di spazio su disco

Se tali segni sono presenti, è tempo di agire. Un primo passo può essere una scansione del malware con uno strumento antivirus affidabile. Se è possibile determinare quale file è responsabile dell'attacco malware, può essere utile installare un backup che non contenga già questo file. La cosa più sicura, tuttavia, è formattare completamente il disco rigido e reinstallare il sistema operativo. Programmi e file devono quindi essere accuratamente selezionati e restituiti dai backup creati in precedenza.

Come riparare un exploit?

Come descritto nell'ultimo paragrafo, come vittima di un attacco a una falla di sicurezza, puoi solo cercare di mantenere il danno piccolo e poi ripararlo localmente. Ma la maggior parte degli exploit sono il risultato di errori degli sviluppatori. È quindi loro responsabilità rilevarli e colmare le lacune di sicurezza al fine di prevenire exploit basati su di essi. Diverse aziende e organizzazioni sono quindi alla ricerca di exploit zero-day, in modo che anche qui possano essere intraprese azioni preventive. Come utente, devi stare attento soprattutto.

Come prevenire un attacco exploit? 

Come già accennato, tutto il software dovrebbe essere sempre aggiornato. Ciò significa che tutti gli aggiornamenti software devono essere installati immediatamente, anche se a volte può essere noioso e fastidioso. Altrimenti, è sempre meglio prevenire che curare. Non è necessario aprire allegati di posta sconosciuti, non è necessario fare clic su collegamenti dubbi o scaricare file da fonti sconosciute.

Link utili sull'argomento

Ecco le fonti / ulteriori letture sul tema degli exploit:

  • Altri esempi di background ed esempi popolari di exploit: wikipedia
  • Fasi di un attacco exploit con infografica descrittiva: Guida GData
  • "Cos'è un attacco informatico?" Articoli con riferimenti incrociati: Argomento IBM
Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali
Shopping
  •  
  •