DJI Mavic Air – guida all'acquisto e confronto con Spark e Mavic Pro

Il DJI Mavic Air è stato presentato da DJI il 23 gennaio 2018. La nuova, piccola meraviglia del drone è stata ammirata in un keynote in stile Apple. A differenza di Apple, però, il "nuovo" Mavic potrebbe essere ordinato subito dopo il Nota fondamentale già ordinato e non mesi dopo, come fa Apple con l'HomePod. Se vi siete persi l'evento, potete leggerlo qui: DJI Mavic Air: riepilogo dell'evento "L'avventura si svolge" del 23 gennaio 2018.

Sei già sicuro di volere un Mavic Air? Quindi troverai il link al prodotto qui:

» direttamente in negozio: Acquista DJI Mavic Air (vola più combo). «

Drone pieghevole di DJI: salvaspazio per il trasporto.

Estremamente salvaspazio: il Mavic Air è facile da riporre grazie al meccanismo pieghevole.

Confronto di Mavic Air con Spark e Mavic Pro (Platinum)

Qualcuno che non conosce ancora tutti i dettagli sul Mavic Air e si chiede come si confrontano i dati tecnici con il DJI Spark, il Mavic Pro o il Phantom 4 sarà sicuramente interessato al nostro articolo, in cui presentiamo esattamente questi punti luminosi in più dettaglio. La tabella integrata nell'articolo confronta le "Specifiche" del Mavic Pro con il nuovo Mavic Air: DJI Mavic Air: i dati tecnici e il confronto con il Mavic Pro.

FOC - il controllo dei motori in forma sinusoidale rende il drone notevolmente più silenzioso.

I controller motore del Mavic Air sono inoltre dotati di un controllo sinusoidale. Questo rende il Mavic Air silenzioso quanto il Mavic Pro Platinum.

Dal momento che non stiamo facendo un confronto diretto con il Mavic Pro Platinum Vorrei affermare brevemente che le principali differenze tra Pro e Platinum Pro sono il tempo di volo e il rumore dell'elica più silenzioso. La fotocamera e le altre funzioni sono le stesse.

» Fai volare il tuo drone in modo più silenzioso - con il Mavic Pro Platinum

Loudness: rispetto al Pro/Platinum

Per quanto riguarda lo sviluppo del volume, DJI ha anche dotato il Mavic Air dello speciale ESC a controllo sinusoidale (Electronic Speed ​​Control - ovvero il regolatore di velocità dei motori), in modo che voli silenziosamente come il Mavic Pro Platinum. Presumo che presto tutti i nuovi droni di DJI saranno dotati del controllo del motore più efficiente e più silenzioso, poiché ciò aumenta notevolmente anche il tempo di volo.

All'inizio ero dell'opinione che il Mavic Air dovesse essere più silenzioso del Mavic Pro (senza Platinum) a causa del controllo del motore, ma l'ho fatto questa prova di volume e varie recensioni, il Mavic Air è rumoroso quanto il Mavic Pro. È un po' deludente, perché penso drone silenzioso che vola molto più piacevole perché non sei così rapidamente al centro dell'attenzione delle altre persone. Ma forse DJI fornirà eliche speciali per il Mavic Air per renderlo più silenzioso.

Il gimbal a 2 assi della Spark.

Il gimbal del DJI Spark sembra simile, ma offre solo la stabilizzazione a 2 assi: puoi vederlo chiaramente nella qualità delle registrazioni dei film. È qui che segna il giunto cardanico a 3 assi del Mavic Air.

Un confronto con il DJI Spark è purtroppo ancora pendente dalla mia parte. Ma quello che posso già dire: il Mavic Pro e ancor di più il Mavic Air sono molto più adatti per le riprese rispetto allo Spark. Lo Spark manca della risoluzione 4K da un lato, ma ancor di più del gimbal a 3 assi e dell'alto bit rate del DJI Mavic Air. In confronto:

  • DJI Spark: 24 Mbps (a 1080p) / gimbal a 2 assi
  • DJI Mavic Pro: 60 Mbps (a 4K) / gimbal a 3 assi
  • DJI Mavic Air: 100 Mbps (a 4K) / gimbal a 3 assi

Puoi vedere che il bit rate del Mavic Air è quasi il doppio di quello del Mavic Pro, e questo è preoccupante Youtube già per buone registrazioni video. Aumentando il bit rate a 100 Mbps, Mavic Air offre ancora più dettagli durante le riprese e, insieme al gimbal a 3 assi, garantisce registrazioni impressionanti. Per un confronto migliore: anche le fotocamere digitali Sony A6500 o Lumix G85 hanno questo bit rate, ma non possono volare. ;-)

Registrazioni video in formato Cinelike D

La velocità in bit più elevata è utile anche per ottenere di più dalla gradazione del colore o da altri lavori di post-produzione. A proposito di post-produzione... un'altra cosa: mentre il Mavic Pro supporta sia D-Log che Cinelike D, il Mavic Air supporta "solo" Cinelike D come formato di registro per i video. Dal mio punto di vista, tuttavia, questo è del tutto sufficiente, poiché lascia tanto spazio per la post-elaborazione quanto il formato D-Log. Per me ha anche il vantaggio che la visualizzazione sul monitor durante le riprese è più vicina alla realtà rispetto al formato D-Log. Ciò significa che i problemi con i colori o l'esposizione vengono rilevati prima e possono ancora essere risolti.

Bit rate di 100 Mbps durante la registrazione di video 4K

Le registrazioni video del Mavic Air offrono più dettagli rispetto al Mavic Pro perché i filmati vengono registrati a 100 Mbps a 4K@30fps.

Se sei meno interessato a creare video, potresti essere felice con Spark. Puoi leggere il mio test del DJI Spark qui: Il mini drone "DJI Spark" nel test e in confronto al Mavic Pro. In esso mostro i confronti di foto e registrazioni video e spiego perché il Mavic Pro - o ora il Mavic Air - è il miglior drone video, ma anche per cosa può essere utilizzato. Ad esempio, lo Spark è ancora un drone interessante per scattare foto, poiché è persino più leggero del DJI Mavic Air e non ha nemmeno bisogno di essere aperto. Quindi è pronto ancora più velocemente e si può avere anche con meno soldi (qui per la Spark nel negozio DJI).

Confronto filmati: Spark, Mavic Air e Pro Platinum

È da un po' che cerco video che consentano effettivamente un confronto dei dati grezzi dei diversi modelli DJI. Oltre a molti Youtuber che non avevano nemmeno il Mavic Air e hanno comunque riempito un video con il confronto dei dati tecnici e quelli che avevano il Mavic Air ma non hanno fatto confronti reali dei video registrati, ho solo questo da "Parliamo UAV" trovato. Mostra filmati inediti (solo ritagliati) dei modelli Spark, Mavic Air e Mavic Pro Platinum e puoi vedere la qualità di persona. Il mio consiglio: ingrandisci il video sul monitor e imposta la qualità al massimo.


La mia sensazione è che la Spark lotti molto con i contrasti. A mio avviso, è del tutto fuori questione se si vogliono fare dei video (anche per via della bassa risoluzione e del gimbal a 2 assi). Con il Mavic Pro, puoi già vedere nel video che la situazione di retroilluminazione non può essere gestita dalla fotocamera. Il Mavic Air, invece, ha ancora strutture chiare a terra e in cielo. Solo le aree d'ombra potrebbero essere carenti di dettagli. Ma qui puoi sicuramente prendere delle contromisure con la registrazione in Cinelike D e la successiva elaborazione. Riparare le aree luminose e "spente" nel video del Mavic Pro, d'altra parte, è difficile o impossibile a meno che tu non voglia dedicare una quantità eccessiva di tempo alla rielaborazione. Dal mio punto di vista, la differenza nella qualità di registrazione rispetto al Mavic Pro può essere vista molto chiaramente ed è un motivo per acquistare il Mavic Air.

Video di confronto dei modelli Pro e Air.

Uno screenshot dal video di We Talk UAV: ​​sulla sinistra potete vedere l'immagine del Mavic Pro, che è chiaramente troppo luminoso. Sulla destra, invece, c'è un'immagine video più dettagliata del Mavic Air.

Se vuoi vedere alcune riprese grezze inedite dell'Air, puoi andare su continua a leggere questo post. Qui ho messo insieme alcuni video che sono stati caricati inediti (appena tagliati).

La scelta migliore: Fly More Combo

Se vuoi acquistare il DJI Mavic Air, dovresti assolutamente ottenere il DJI MAvic Air FlyMore Combo guarda a. Questo è un pacchetto che DJI racchiude molti accessori utili per il drone. Questo è stato anche il caso del Mavic Pro e dello Spark e devo ammettere che ero seccato di non averlo ordinato dal Mavic Pro. Risparmi un sacco di soldi e ottieni un buon set messo insieme. Per questo motivo ho acquistato il DJI Spark Fly More Combo direttamente dal DJI Spark e ne sono molto soddisfatto. Ho comprato solo poche batterie in seguito.

» direttamente in negozio: Acquista DJI Mavic Air (vola più combo). «

Confezione piccola grazie ai bastoncini staccabili.

Il telecomando del Mavic Air è senza display - come nel caso del Mavic Pro - ma ora è possibile rimuovere anche gli stick, in modo che l'ingombro sia ancora più piccolo.

Portata: la trasmissione radio

Un punto che purtroppo mi preoccupa è la trasmissione radio, che, come il DJI Spark, si basa su un segnale Wifi. Un'altra trasmissione radio (OcuSync e Wifi) è stata utilizzata nel Mavic Pro, ma è ovviamente molto più stabile. Anche se non ho quasi mai avuto errori di immagine con il Mavic Pro, questo accade abbastanza presto con lo Spark. In campo aperto dopo circa 150 mt. Con il Mavic Pro, ero già a oltre 350 metri di distanza per un test e non ho avuto guasti. Gli intervalli che DJI chiama sono i seguenti:

  • DJI Spark: fino a 2 km (Wifi con 2,4 / 5,8 GHz)
  • DJI Mavic Pro: fino a 7 km (trasmissione OcuSync)
  • DJI Mavic Air: fino a 4 km (Wifi con 2,4/5,8 GHz)
  • DJI Phantom 4 Pro: fino a 7 km (Lightbridge HD con 2,4/5,8 GHz)

Le gamme dipendono non solo dall'ambiente (ombreggiatura da alberi, edifici, ecc.), ma anche dalle leggi regionali. Ad esempio, in Germania, il segnale radio del drone viene automaticamente indebolito per conformarsi a queste leggi. Il risultato è un'ulteriore riduzione della portata.

Test della portata dei droni in Texas.

Test di autonomia in Texas: nonostante il breve messaggio di avviso, lo Youtuber gestisce ancora una distanza di circa 2 chilometri prima che la connessione venga completamente persa e venga avviato RTH.

Ho qualche speranza che il Mavic Air non abbia motivo di lamentarsi della gamma, dopotutto questo video di Ready Set Drone. Ha fatto un test di portata. Fu solo dopo circa 1,6 chilometri che ricevette il primo avviso che il segnale era debole.

Aggiornamento 01.02.2018/500/1600: non ho più preoccupazioni. Lo Youtuber di "Tom's Tech Time" ha riferito in relazione alla portata nei paesi europei di poter raggiungere una portata di XNUMX m anche in aree fortemente edificate. Il suo miglior risultato in un'area aperta è stato di circa XNUMX m DJI ha ovviamente migliorato la trasmissione WiFi qui sia in termini di software che hardware. Dopo uno degli ultimi aggiornamenti software, anche lo Spark dovrebbe volare molto più lontano senza interruzioni radio rispetto a prima. Complimenti DJI! Ti ho scritto un articolo sull'argomento qui: La gamma del DJI Mavic Air in pratica.

Aggiornamento 28.02.2018/XNUMX/XNUMX: Ora che ho effettuato diversi voli, posso dire che il "segnale Wi-Fi potenziato" del Mavic Air è significativamente migliore di quello dello Spark. Finora non ho ricevuto avvisi o disconnessioni ed è molto più divertente volare rispetto alla trasmissione instabile dell'immagine della Spark.

Confronto di sensori

Se guardi il DJI Spark e il Mavic Air, scoprirai che il gimbal sembra relativamente simile. Il sensore del DJI Spark è un sensore CMOS da 1/2,3 pollici con risoluzione di 12 MP. Abbiamo gli stessi dati per il DJI Mavic Air e il Mavic Pro, anche se sono sicuro che l'elaborazione elettronica del Mavic Air è ancora leggermente superiore allo Spark. Questo può essere visto da un lato nei motivi ad alto contrasto, ma anche nella funzione HDR migliorata, che mostra più dettagli nelle foto.

Confronto tra foto HDR e foto normale.

L'algoritmo HDR di Air è stato migliorato. Lo Spark non va d'accordo con soggetti ad alto contrasto, anche se ha lo stesso sensore (Foto: DJI).

Tuttavia, devo dire che le foto dello Spark rispetto al Mavic Pro (non l'Air!) erano molto simili. Il Mavic Pro potrebbe avere un obiettivo leggermente più grande, ma non ho potuto vedere differenze significative nelle normali situazioni di illuminazione.

Se vuoi foto ad alta risoluzione, devi ottenere il Phantom 4 Pro con risoluzione 20 MP o il "nuovo" Mavic Pro, che si dice uscirà nel 1° trimestre 2018 e avrà un sensore più grande (forse 1 pollice come il P4Pro?), che consente anche una risoluzione di 20 MP per le foto.

Opzioni fotocamera, apertura e messa a fuoco

Qualcosa è cambiato anche sulla fotocamera stessa: mentre il Mavic Pro funziona con una lunghezza focale fissa di 2,2, il Mavic Air ha 2,8. Ci sono anche differenze nel funzionamento: il Mavic Air ha una "messa a fuoco fissa", ma il Mavic Pro ha diverse impostazioni come "Touch to Focus", "Autofocus" e "Manual Focus". Personalmente penso che la "Fixed Focus" dell'Air sia effettivamente buona, perché ho avuto spesso foto sfocate con il Mavic Pro perché mi sono dimenticato di toccare per mettere a fuoco.

Gambe di atterraggio pieghevoli - buona idea

Un problema che ho con il DJI Spark è il lancio e il caricamento da terreni irregolari o dall'erba. La Spark è costruita in modo così piatto che la fotocamera si trova a pochi millimetri dal suolo. Di conseguenza, l'obiettivo si sporca molto rapidamente e occasionalmente rovina gli scatti a causa di piccole particelle di sporco o umidità sull'obiettivo. DJI ha affrontato questo problema e ora ha dotato le gambe di atterraggio pieghevoli Mavic Air sulla parte anteriore.

Nell'erba alta, invece, devi comunque ricorrere a un "lancio a mano" (lancio dalla tua mano) e catturare il drone dall'aria a lavoro finito, ma in molte situazioni le gambe di atterraggio sono sicuramente utili.

Gambe di atterraggio pieghevoli del drone.

Le gambe pieghevoli del Mavic Air ti consentono di decollare e atterrare anche su terreni "ruvidi".

Importante per i fotografi: nessuna modalità ritratto con Air

Conosco alcuni fotografi che compensano la bassa risoluzione del Mavic Pro impostando l'orientamento della fotocamera sulla modalità ritratto per la fotografia di paesaggi, ad esempio, e quindi scattando diverse foto di ritratti una accanto all'altra. Questi vengono quindi aggiunti insieme in Lightroom, ottenendo bellissime foto di paesaggi ad alta risoluzione in formato orizzontale. Anche le foto panoramiche HDR sono possibili in questo modo con il Mavic Pro.

Nuova costruzione del gimbal di Air e Spark, per cui Spark si stabilizza solo su due assi.

Il nuovo design del gimbal, utilizzato anche nel Mavic Air, offre un design compatto, ma rende impossibile scattare foto in modalità ritratto.

Tuttavia, il nuovo design del gimbal ora presente sul Mavic Air non consente di ruotare la fotocamera di 90 gradi per utilizzarla in modalità ritratto. Il risultato è che è più difficile scattare foto panoramiche di questo tipo, poiché probabilmente devi fotografare su due file.

La funzione panoramica automatica, che DJI ha introdotto con il Mavic Air e che ora ha successivamente donato anche allo Spark e al Mavic Pro, può aiutare. Ciò ti consente di scattare foto automatizzate per vari tipi di panorama e quindi in DJI Go App addizionare.

Tuttavia, se vuoi utilizzare il "bracketing" per un panorama HDR, in cui il drone effettua 3 o 5 scatti (con leggera sotto e sovraesposizione) in una volta, non puoi e devi utilizzare la funzione panoramica automatica di DJI per creare le registrazioni manualmente "regolando" leggermente l'orientamento del drone nelle direzioni desiderate dopo ogni scatto e fotografando di nuovo. Naturalmente, questo è più soggetto a errori rispetto all'esecuzione automatica del processo.

Aree di applicazione che il produttore vede per il drone.

Campi di applicazione del Mavic Air: viaggi, matrimoni, escursioni, sport estremi e simili.

Conclusione: per chi è adatto il drone?

Dopo così tante informazioni, ti starai chiedendo se il DJI Mavic Air è il drone giusto per te. Risponderò alla domanda elencando alcuni punti chiave che mostrano per cosa è sicuramente la scelta giusta il drone:

  • viaggi spesso con uno zaino e hai bisogno di un piccolo drone
  • ti piace fare video e Phantom 4 Pro è troppo grande per te
  • ti piace scattare foto nella natura quando sei in giro
  • la risoluzione "bassa" di 12 MP va bene per te (per confronto: l'iPhone X ha anche 12 MP)
  • il tempo di volo di 20 minuti è sufficiente per te (altrimenti il ​​Mavic Pro Platinum offre 30 minuti e il Mavic Pro circa 27 minuti)
  • hai un Mavic Pro e desideri video migliori (il Mavic Air offre 100 Mbps invece di 60 Mbps!)
  • hai un DJI Spark e ti piacciono le dimensioni, ma i video non sono abbastanza "fluidi".
  • non intendi fare foto per fotografi professionisti (si aspettano di più la risoluzione del Phantom 4 Pro)
  • fai fotografie di matrimoni e vorresti offrire le foto o i video dei droni come prodotto aggiuntivo
  • non hai intenzione di utilizzare il drone per i rilievi (il gimbal e la risoluzione del Phantom 4 Pro sono molto più adatti a questo)

Se ti trovi in ​​molti di questi punti, il DJI Mavic Air è sicuramente una buona scelta per te. Per completezza, ho anche collegato qui le altre opzioni dei droni. Se vuoi guardare i dati tecnici.

Se ancora non sai quale drone è quello giusto per te, sentiti libero di inviarmi un'e-mail con ciò che hai in mente. Sarò felice di consigliarti quale modello è più adatto al tuo campo di applicazione.

Il mio consiglio: DJI Care, Select e batterie ricaricabili

DJI Seleziona

Se desideri acquistare un drone da DJI, ti consiglio di ordinare contemporaneamente le offerte di servizio "DJI Select" e "DJI Care". Mentre DJI Select è più per i clienti abituali in quanto ti dà accesso a offerte speciali, sconti e consegna prioritaria presso il DJI Store, conosco molte persone che pensavano di volere solo "un" drone e hanno finito per avere uno o due anni a flotta più grande. In questo caso, risparmierai sicuramente con DJI Select se utilizzi i coupon che ricevi subito all'inizio. Puoi leggere come funziona con DJI Select in questo post: "DJI Select: servizio premium per l'acquisto di un drone".

Cura Aggiorna

DJI Care Refresh è qualcosa come "Cura della mela". Questo ti offre un'assicurazione completa per il drone. Non si tratta solo di incidenti causati dalla tecnologia stessa, ma anche gli errori del pilota e le "caduta" sono coperti da DJI Care. Ad esempio, se voli all'indietro contro un albero, il drone lo farà essere riparato da DJI senza alcun costo. Se ho capito bene, solo una perdita totale è progettata in modo tale da ottenere un rimborso dell'80% del prezzo di acquisto e devi aggiungere il resto da solo quando comprarne uno nuovo.

Consiglierei il programma DJI Care a qualsiasi pilota di droni. Voli molto più tranquillamente e, se il peggio arriva al peggio, hai di nuovo a portata di mano un drone funzionante in breve tempo. Se sei interessato a DJI Care, ecco il link: continua con il programma DJI Care Refresh.

batterie aggiuntive

Un altro consiglio che posso comunque consigliare a tutti: procuratevi batterie aggiuntive (Batteria DJI Mavic Air). All'inizio avevo solo il DJI Spark Spark Fly più combo recuperato, in cui DJI sfortunatamente ha confezionato solo due batterie per DJI Spark. È troppo poco. Ora ho cinque batterie per l'aereo e anche quelle si scaricano rapidamente durante lunghe escursioni o lunghe giornate senza ricarica. Spesso puoi prenderli solo per uno o due partenze, perché poi la capacità è così bassa che ti avvicini al 20-30%, dove il drone poi avverte e avvia il volo di ritorno automatico. Per il motivo: prendilo ora Batterie per DJI Mavic Air a. Con il Fly More Combo ce ne sono solo tre, quindi dal mio punto di vista c'è ancora bisogno qui.

E un'ultima nota: anche se il Mavic Air non pesa nemmeno 500 grammi: acceso La registrazione del drone è obbligatoria. non appena il drone pesa più di 250 grammi. del licenza droni è necessario solo da un peso al decollo di 2 kg.

-
Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile o a Patreon sosterrebbe.

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato