E-learning e m-learning spiegati in modo semplice

Poiché la digitalizzazione di diversi ambiti della vita e del lavoro diventa sempre più importante, alcuni termini e abbreviazioni vengono utilizzati più frequentemente. E-learning e m-learning sono due di questi termini e c'è qualche sovrapposizione quando li si guarda. Ecco perché in questo articolo troverai semplici spiegazioni su cosa è l'e-learning, cosa si intende per m-learning e quali esempi ci sono per entrambi.

Cos'è l'eLearning?

E-learning sta per “electronic learning”, ovvero “apprendimento elettronico” o meglio “apprendimento supportato elettronicamente”. Questo e-learning descrive il trasferimento o l'acquisizione di conoscenze utilizzando strumenti e media elettronici e/o digitali. Gli studenti possono utilizzare immagini digitali, video, documenti di testo, registrazioni audio e altro ancora per imparare cose nuove. Inoltre, le offerte interattive, eventualmente con sistemi di ricompensa, possono essere utilizzate non solo per memorizzare informazioni, ma anche per applicare le competenze appena acquisite.

Quali esempi di e-learning ci sono?

Chiunque legga questo articolo per scoprire cos'è l'e-learning sta già facendo e-learning. Oltre alla lettura di siti web, all'ascolto di podcast e alla visione di video, sono disponibili anche speciali software didattici, giochi didattici digitali e programmi di formazione per settori specialistici specifici. Anche i video delle lezioni e dei corsi di formazione costituiscono materiale e-learning. Ci sono anche simulazioni, ad esempio nei simulatori di volo, di guida, ecc. Ma sono inclusi anche i corsi VHS apparsi brevemente alla fine del millennio scorso (si tratta di corsi su videocassetta e non del centro di formazione per adulti).

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’e-learning?

L’apprendimento supportato elettronicamente e digitalmente presenta numerosi vantaggi. Il contenuto può essere utilizzato in modo flessibile e ripetuto tutte le volte che lo si desidera. Inoltre, i contenuti astratti possono essere resi più accessibili attraverso varie illustrazioni e simulazioni. Inoltre, non è necessario andare in un luogo specifico per acquisire nuove conoscenze. Tipi specifici di apprendimento (audio, video, testo, contenuti interattivi, ecc.) possono essere affrontati meglio. C'è anche meno pressione per esibirsi e non c'è bisogno di esporsi agli altri se hai lacune nelle tue conoscenze.

Tuttavia, in alcuni casi, l'e-learning può avere o produrre anche degli svantaggi. Ad esempio, devi prima imparare come utilizzare la tecnologia necessaria per poter utilizzare i contenuti didattici. Questo e la necessità di una tecnologia (costosa) possono rappresentare barriere all’ingresso. Inoltre, in molte offerte non c'è quasi nessuna possibilità di porre domande di follow-up e di base: non tutte le offerte hanno alle spalle un team di educatori. L’apprendimento indipendente richiede anche una certa disciplina. E soprattutto in età scolare, l’aspetto sociale dell’apprendimento insieme non va sottovalutato.

La storia dell'e-learning come porta al m-learning

Come già indicato in precedenza, l'e-learning non è un fenomeno del 21° secolo o legato esclusivamente alle possibilità di comunicazione di Internet. Ancor prima che i computer potessero essere costruiti per uso domestico, ci fu uno sforzo per rendere disponibile agli studenti materiale didattico basato su testo come la cosiddetta “istruzione programmata”.

Ciò ha portato allo sviluppo di diversi sistemi di apprendimento che sono diventati multimediali utilizzando computer altrettanto potenti. Dal Web 2.0 in poi, l'apprendimento online è diventato interattivo, compresi gli scambi con altri studenti, insegnanti e la creazione dei propri contenuti per trasmettere conoscenze. I telefoni cellulari e i tablet dotati di connessione Internet hanno dato origine al m-learning, ovvero all’apprendimento digitale mobile.

Cos'è l'M-Learning?

L’M-Learning, ovvero “mobile learning” o “mobile learning”, descrive l’e-learning utilizzando dispositivi mobili o nella forma in cui i dispositivi di apprendimento sono disponibili indipendentemente dal luogo. L’M-Learning è principalmente associato a smartphone, tablet, Internet mobile e app. Possono però essere incluse anche cassette didattiche nel Walkman o CD didattici nel Diskman, ovvero supporti e dispositivi esistenti prima della diffusione di Internet. 

Quali esempi di m-learning ci sono?

Gli esempi più noti qui includono app destinate ad aiutarti a imparare una nuova lingua. Questi di solito utilizzano testi, contenuti audio, immagini e video o animazioni per trasmettere le lingue in modo interattivo. La suddivisione in lezioni, l'interrogazione delle conoscenze attraverso esempi di testi e test nonché sistemi di ricompensa mirano a supportare l'effetto di apprendimento.

Ma ci sono anche app complementari per libri di testo e specialistici, letture e corsi accessibili su dispositivi mobili, corsi per hobby su determinate piattaforme, app per conoscenze generali e specialistiche, istruzioni in tutte le forme e molto altro ancora. Fondamentalmente, ogni e-learning può ora essere svolto mobile in un modo o nell'altro.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’M-Learning?

I vantaggi sono molto simili a quelli dell'e-learning, salvo che viene aggiunta la componente mobile. I contenuti didattici possono anche essere consumati o utilizzati in modo interattivo durante i viaggi, gli spostamenti e con lo stesso dispositivo in una varietà di luoghi. Grazie alla tecnologia attuale sono possibili tutte le forme possibili di media, scambio in Internet, consultazione con esperti e simili.

Gli svantaggi sono altrettanto estesi di quelli dell’e-learning. Perché anche qui serve la tecnologia necessaria, i contenuti offerti e la capacità di affrontare tutto. Un'altra sfida per l'autodisciplina e l'apprendimento indipendente e orientato agli obiettivi è il networking con contatti e altre app, soprattutto sugli smartphone - qui spesso possono esserci distrazioni attraverso notifiche push, chat e chiamate.

Ulteriori fonti per una conoscenza completa sull'argomento

Questo articolo vuole servire solo come introduzione generale agli argomenti dell'e-learning e del m-learning. È ancora più ampio Voce di Wikipedia sul tema dell’e-learning. Qui vengono elencati ancora più vantaggi e svantaggi, i termini tecnici vengono collegati alle rispettive voci di Wikipedia, vengono visualizzate fonti specializzate e viene trasmessa molta più conoscenza sull'argomento. Copre anche videoconferenze e insegnamento online, cataloghi di contenuti, apprendimento misto, condivisione di contenuti, lavagne interattive, microlearning e altro ancora. Un buon punto di partenza per chi vuole saperne di più. Buon e-learning!

I miei consigli e trucchi sulla tecnologia e su Apple

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali
Shopping
  •  
  •