Come si diventa un blogger e ci si guadagna?

Un blog è un ottimo modo per mostrare un hobby, un interesse, abilità tecniche e di altro tipo e informazioni importanti. C'è un valore aggiunto per i lettori quando trovano le informazioni che stanno cercando negli articoli e nelle pagine del blog e possono usarle per risolvere i problemi della loro vita. Qui nel blog di Sir Apfelot ci sono corrispondenti guide, istruzioni, test e notizie dal mondo della tecnologia, per lo più con riferimento ad Apple. Qui puoi scoprire come creare un blog e come guadagnare con i blog.

Diventa un blogger e guadagna soldi con esso? Questo è possibile se hai familiarità con l'argomento scelto, hai perseveranza e non ignori la SEO. Qui troverai molti suggerimenti per il blogging e la monetizzazione.
Diventa un blogger e guadagna soldi con esso? Questo è possibile se hai familiarità con l'argomento scelto, hai perseveranza e non ignori la SEO. Qui troverai molti suggerimenti per il blogging e la monetizzazione.

Non molto tempo? Ecco di cosa si tratta!

Ecco una panoramica degli argomenti trattati in questa guida al blogging e al guadagno:

  • Scelta dell'argomento e perseveranza nel riempire il blog di post
  • Definisci la struttura del sito web e pubblica i primi contenuti
  • Formati regolari per contenuti ricorrenti di qualità
  • Accompagnamento del contenuto testuale con immagini e altri media
  • Ottimizzazione per i motori di ricerca per la generazione di traffico
  • Social media per rivolgersi regolarmente al gruppo target
  • Costruisci lettori senza social media
  • Aiuto con l'ottimizzazione dei motori di ricerca per un buon posizionamento su Google
  • Pubblicizza il tuo blog
  • Video, podcast e altri contenuti aggiuntivi accanto ai post del blog
  • Fonti di entrate: pubblicità, affiliati, Patreon, prodotti digitali, posizionamento di prodotti, ecc.

Sono richiesti vero interesse e perseveranza

Per cominciare, vorrei sottolineare che senza un genuino interesse per gli argomenti trattati nel blog, il blog stesso non avrà successo. Se dopo due settimane la tua motivazione a scrivere articoli, creare collegamenti e creare collaborazioni è svanita di nuovo, allora non vale la pena registrare il nome della pagina desiderato. 

Il tutto vale la pena solo se c'è un interesse duraturo e la resistenza per diversi anni di scrittura e lavoro di base (creazione di link, social media, richieste della stampa, ecc.). Questo deve essere chiaro fin dall'inizio. Altrimenti i nuovi articoli non solo usciranno in modo irregolare, ma anche di bassa qualità e senza alcun valore aggiunto per i lettori.

Concentrati nell'home office: la tecnica del Pomodoro per il lavoro

Trova l'argomento, determina la struttura della pagina, crea il contenuto iniziale

Per far funzionare un sito web, dovrebbe – almeno all'inizio – riguardare un argomento specifico, un'area specialistica o una questione più ampia. Quando salti da un argomento all'altro e ogni nuovo post sul blog arriva come una sorpresa, individuare e creare un pubblico diventa difficile, se non impossibile. Successivamente puoi ovviamente mettere in evidenza contenuti correlati e nuovi. Per inciso, la buona qualità è più importante del tentativo di reinventare la ruota.

Se l'argomento è chiaro e sai già di cosa dovrebbero parlare i primi post del blog, in quali categorie dovrebbero essere classificati e quali sottopagine dovrebbero essere create come pagine di destinazione, puoi iniziare. A proposito, WordPress come sistema di gestione dei contenuti (CMS) è facile da usare per creare un blog. Ci sono anche tutti i tipi di istruzioni sul web per questo, motivo per cui non entreremo nei dettagli sulla creazione della pagina iniziale in questo articolo. Tuttavia, prima di mettere online il sito, è necessario acquisire alcune conoscenze di base.

Suggerimento: formati regolari per contenuti ricorrenti di qualità

Qui a Sir Apfelot ci sono diversi formati che non solo offrono al lettore una certa routine, ma anche la promessa di ricevere ripetutamente post di blog di alta qualità. Ad esempio, per più di cinque anni, con quasi un'eccezione, il "Cinegiornale Sir Apfelot“ con Apple e le notizie tecnologiche della settimana del calendario. Inoltre, da oltre due anni esiste il mensile Consigliate cinque utili app per Mac. IL "scelta della settimana“ era un formato settimanale, ma attualmente viene utilizzato solo quando ci sono prodotti veramente raccomandabili.

Non solo testo: foto, stock footage e altre immagini

Oltre a testi facilmente comprensibili, informativi e con controllo ortografico, il blog dovrebbe essere dotato anche di immagini. Le miniature dei singoli articoli forniscono già una panoramica che accompagna il titolo visualizzato. Le immagini nell'articolo stesso chiariscono a colpo d'occhio ciò che il testo descrive in forma più estesa. Se mostri i singoli passaggi in una guida come immagini, foto o screenshot, l'articolo è molto più utile.

Ma anche nei test sui prodotti, nella descrizione di piante e lavori di giardinaggio, in una guida per isolare il sottotetto o per suggerimenti sulla saldatura - le foto possono sempre aiutare a rendere più comprensibile quanto scritto. Se non hai il tempo, le competenze o l'attrezzatura per scattare le tue foto, puoi utilizzare i filmati di repertorio: da fonti gratuite o sotto forma di materiale a pagamento. Infine, grafici come diagrammi, schizzi, ecc. possono essere disegnati anche nelle app corrispondenti.

Pexels e Canva: ricerca e modifica di immagini gratuitamente sul Web

Genera traffico: ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) e social media

L'ottimizzazione per i motori di ricerca, o SEO per "Search Engine Optimization" in breve, è importante per essere elencati in alto su Google, Ecosia, DuckDuckGo e Co. per query di ricerca sul proprio argomento. Diversi componenti svolgono un ruolo qui: tempi di caricamento rapidi, collegamenti interni, collegamenti esterni, la scelta delle parole e il numero di frasi importanti (parole chiave) nei post e molto altro. Il link building per il collegamento del proprio sito ad altri siti non deve essere disdegnato, anche se comporta dei costi. 

Anche i social media sotto forma di piattaforme basate su testo, immagini e video sono importanti. È vero che le query dei motori di ricerca possono già fornire molto traffico per buoni testi e argomenti popolari. Tuttavia, le app dei social media e i loro siti Web sono un punto di contatto quotidiano per i loro utenti. Se li raccogli lì, puoi invitarli al tuo blog ogni giorno. Che si tratti di notizie, istruzioni, curiosità interessanti, giardinaggio, aggiornamenti di cantieri o van life - se mostri brevemente sui social media quali punti salienti vengono affrontati o problemi vengono risolti, ci sono anche clic sul post del blog.

A seconda della base su cui costruisci il tuo blog, puoi disattivare automaticamente i post sui social media quando pubblichi i tuoi post. Esistono vari plugin per WordPress e simili sistemi di gestione dei contenuti, che creano automaticamente post sui profili collegati di Facebook, Twitter, Instagram e Co. grazie alle informazioni fornite durante la creazione del post. A seconda delle piattaforme che desideri utilizzare, ci sono diverse offerte e strutture di prezzo.

Indagine: quando postare su Insta, Facebook, Twitter, Xing e LinkedIn?

Fidelizzazione del gruppo target senza social media

In realtà ci sono modi per raggiungere la fidelizzazione del gruppo target senza i social media. Le loro misure vengono quindi indicate solo sul proprio blog, il che rende la crescita dei lettori un po' più lenta rispetto al potenziale pubblico di milioni sulle piattaforme dei social media. Inoltre, la gestione professionale di queste misure costa denaro. Queste opzioni includono, ad esempio:

  • regolare Newsletter via e-mail con informazioni e articoli aggiornati
  • Notifiche push offrire di pubblicizzare nuovi contenuti direttamente sui dispositivi finali
  • propria app offerta in modo che sia possibile accedere al blog su dispositivi mobili senza browser

Genera traffico attraverso gli spazi pubblicitari acquistati

Ovviamente, l'obiettivo è riuscire a guadagnare con il proprio blog. Tuttavia, deve essere reso noto per questo. Puoi scrivere articoli della massima qualità sugli argomenti più popolari e non ottenere ancora lettori. Oltre ai social media, SEO, newsletter e simili, la pubblicità a pagamento è un buon modo per generare traffico, per il quale inizialmente si spendono pochi soldi. Puoi sostenere finanziariamente podcast correlati, canali YouTube, streaming Twitch, fiere, eventi sportivi e altro ancora ed essere nominato e mostrato lì.

Il mio nuovo blog non si posiziona bene su Google. Che cosa sto facendo di sbagliato?

Se presti attenzione alle parole chiave giuste, scrivi un testo leggibile, lo colleghi internamente, magari ottieni anche collegamenti esterni e offri anche un breve tempo di caricamento del sito web, allora stai facendo molto bene. Il fatto è che Google e altri motori di ricerca non classificano immediatamente nuovi siti Web, negozi e blog in alto. Questo può essere visto come una forma di protezione dalle frodi. I nuovi siti web devono prima fornire buone informazioni ed essere indicizzati nella directory del motore di ricerca. Questo può richiedere del tempo. 

Se il sito è online da pochi mesi o anni e si riempie regolarmente di contenuti, allora l'indicizzazione di nuovi post e pagine è molto più veloce. A volte pubblico qui un post sul blog e meno di un'ora dopo è già a pagina 1 di Google, DuckDuckGo ed Ecosia per la query di ricerca corrispondente. Tuttavia, Sir Apfelot esiste dal 2012 e da diversi anni sono apparsi in media da due a tre post ogni giorno della settimana. Il blog è anche collegato a siti Web più grandi.

Jens offre aiuto con l'ottimizzazione dei motori di ricerca

Mentre io (Johannes) scrivo molti post qui nel blog, rispondo ad alcuni commenti e occasionalmente nel Forum coinvolgere, è Jens il fondatore e gestore del sito di Sir Apfelot - nonché colui che si occupa di SEO a tempo pieno. Come ottimizzatore di motori di ricerca con molti anni di esperienza e clienti provenienti da un'ampia varietà di aree, ha le competenze e le strategie necessarie. Quindi, se hai bisogno di aiuto SEO per il tuo nuovo blog, non esitare a contattare Jens (Contatto).

Dai un'occhiata: categoria blog "SEO & Homepage"

Possiedi media aggiuntivi e cross marketing: video, podcast e altro ancora

Se l'argomento del tuo blog è adatto per produrre video su di esso o avviare un podcast, allora anche questo dovrebbe essere preso in considerazione. Puoi anche creare un gruppo target su YouTube, TikTok, Spotify e Apple Podcast. Progetti creativi, giochi e contenuti simili possono anche essere adatti per lo streaming live su Twitch. Non solo le singole piattaforme offrono le proprie opzioni di monetizzazione per fare soldi, ma portano anche più persone sul blog.

Tuttavia, come per il desiderio di diventare un blogger, dietro di esso dovrebbero esserci anche genuino interesse e perseveranza. Può essere utile iniziare a registrare video o podcast solo per te stesso e vedere se riesci a entrare in una routine. Inoltre, la qualità può essere regolata prima della prima pubblicazione. In questo modo, non è necessario dichiarare le misure al di fuori del proprio sito Web come abbandonate dopo due o tre settimane perché potrebbero non rientrare nel programma o non essere ben accolte.

Sir Apfelot come podcast: ascolta qui!

Monetizza il blog: annunci, affiliati, eBook, Patreon e altro

Per poter guadagnare con il tuo blog, ci sono diverse misure e approcci. Questi possono ovviamente essere combinati. Ciò non significa che ogni post del blog debba essere intonacato con inserimento di prodotti, link di affiliazione, promozione del proprio merchandising e richieste di supporto finanziario su Patreon e Steady. È necessario trovare un equilibrio tra la leggibilità dei post e l'ottimizzazione dei motori di ricerca. In caso contrario, il blog verrà rapidamente penalizzato dai lettori e dai motori di ricerca come pura misura pubblicitaria.

Ecco alcuni modi per guadagnare con un blog:

  • Banner pubblicitari classici: utilizza l'integrazione di Google Ads o simili per inserire pubblicità che guadagna denaro quando viene cliccato.
  • link di affiliazione: link che comunicano alla pagina di destinazione tramite singole sezioni URL che il clic proviene da una pagina specifica, in modo che i loro operatori ricevano una commissione per il reindirizzamento (ad esempio Amazon fornisce una quota dei ricavi delle vendite che ottieni tramite l'affiliato rimasto).
  • Collocamento del prodotto: Le aziende possono avere i loro prodotti (beni, servizi, software, ecc.) inseriti nei post del blog a pagamento. Questo non solo richiede una buona reputazione del blog, ma deve anche essere etichettato come inserimento di prodotti.
  • Post sponsorizzati: post di blog commissionati o inviati da altri siti Web o aziende che hai incaricato di pubblicare. Questi post dovrebbero anche essere contrassegnati di conseguenza come sponsor o contenuti pubblicitari.
  • Prodotti digitali propri: L'argomento del blog è disponibile anche in forma di libro? Quindi un eBook può essere scritto e messo in vendita. Altri prodotti digitali possono essere download di progetti per il software per cui forniscono istruzioni, pennelli Photoshop personalizzati, caratteri, app, corsi online, sfondi e altro ancora.
  • Patreon, Steady e altre piattaforme di fan: Oltre al grande nome "Patreon", dove puoi offrire contenuti aggiuntivi per gli utenti paganti, ci sono anche siti web di fan più specializzati. Per argomenti artistici z. A B. piace anche usare "Ko-fi" o "Gumroad". Anche "Buy Me A Coffee" è popolare. Ma ce ne sono decine di altri. Se non consenti i commenti sul blog e non rispondi ai commenti sui social media, allora potresti, a seconda dell'argomento del blog, offrire aiuto e consigli individuali dietro il paywall.
  • Merce: Se il blog si è sviluppato in un marchio proprio, i lettori fedeli potrebbero volere anche il logo o le frasi su tazze, maglioni o chiavette USB: anche questi articoli possono portare a pochi euro.

Qualcosa a lungo termine: diventa un blogger e guadagna soldi con esso

Se c'è una cosa che non dovresti fare, è tuffarti nel profondo. Quindi non lasciare semplicemente il lavoro e sperare che entro pochi mesi guadagnerai entrate estreme dal tuo blog appena aperto. Potrebbe funzionare in determinate circostanze, ma non solo richiede molta disciplina e lavoro, ma richiede anche molta fortuna. 

Scegli un buon argomento (di nicchia) con il potenziale per molti contenuti del blog, struttura il tuo blog con categorie e pagine di destinazione, assicurati l'ottimizzazione dei motori di ricerca e collegamenti esterni, utilizza i social media e la pubblicità, quindi occupati della monetizzazione.  Come per qualsiasi piccola impresa, il successo non arriva immediatamente, ma può richiedere da due a tre anni.

I miei consigli e trucchi sulla tecnologia e su Apple

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali
Shopping
  •  
  •