Cos'è Apple AirDrop e come si usa?

Come funziona Apple AirDrop

La funzione "AirDrop" può essere trovata non solo in iOS e iPadOS, ma anche in macOS sui modelli Mac. Questa funzione consente agli utenti di scambiare dati in modalità wireless quando i dispositivi Apple sono vicini. In pratica può essere utilizzato per condividere documenti, foto, video, indirizzi di siti web, note, indicatori di mappa e molto altro.

Qualsiasi tipo di file o intera cartella può essere inviato al Mac e tutti i dati per i quali si ha accesso al foglio di condivisione possono essere inviati all'iPhone e all'iPad.

Con questo pulsante puoi raggiungere il foglio di condivisione sotto iOS e iPadOS, in cui troverai poi il pulsante AirDrop.
Con questo pulsante puoi raggiungere il foglio di condivisione sotto iOS e iPadOS, in cui troverai poi il pulsante AirDrop.

Google Nearby Share è la versione Google di AirDrop

Dopo che Apple ha aggiunto AirDrop per molti anni, Google sta finalmente seguendo l'esempio con una funzione simile che chiamano "Nearby Share". Funziona su tutte le versioni di Android da Android 6 e quindi sostituisce la precedente opzione di scambio tramite Bluetooth, per la quale dovevi cercare manualmente l'altro dispositivo.

Google NEarby Share è la versione di Google di AirDrop. Sfortunatamente, i sistemi non funzionano su più piattaforme.
Google Nearby Share è la versione di Google di AirDrop. Sfortunatamente, i sistemi non funzionano su più piattaforme.

Questi dispositivi supportano AirDrop

Fondamentalmente, AirDrop funziona con iPhone, iPad, iPod Touch e Mac, sebbene ogni iPhone, iPad e iPod Touch debba avere iOS 7 o una versione più recente di iOS o iPadOS installato, sia come mittente che come ricevitore.

Per Mac, AirDrop funziona su tutti i modelli 2012 e successivi ad eccezione del Mac Pro 2012. I Mac devono avere almeno OS X Yosemite o un macOS più recente installato.

Cos'è Apple AirDrop? E come funziona? Qui puoi scoprire di cosa tratta la funzione (Foto: Sir Apfelot).
Cos'è Apple AirDrop? E come funziona? Qui puoi scoprire di cosa tratta la funzione (Foto: Sir Apfelot).

Come funziona AirDrop?

Anche se AirDrop utilizza il Bluetooth per collegare inizialmente i due dispositivi, per la trasmissione effettiva dei dati viene utilizzata una connessione WiFi diretta tra trasmettitore e ricevitore. La trasmissione è crittografata per rendere più difficili le "intercettazioni".

AirDrop funziona su dispositivi Apple come iPad, iPhone e Mac, ma non c'è modo di trasferire i dati AirDrop su un dispositivo Android.

iPhone in modalità aereo: impossibile utilizzare AirDrop

Per utilizzare AirDrop, entrambi i dispositivi devono avere Wi-Fi e Bluetooth abilitati e trovarsi a una distanza di 9 metri l'uno dall'altro per trovarsi. E contrariamente ad altre affermazioni, AirDrop non funziona se hai attivato la modalità aereo sul tuo iPhone. Si diceva che Apple non avrebbe spento tutto qui e, ad esempio, avrebbe comunque limitato Bluetooth e Wifi in modo che le persone potessero continuare a utilizzare AirDrop. Non è così. L'ho appena provato io stesso. ;-)

Per utilizzare AirDrop su Mac, fai clic sul pulsante AirDrop in Preferiti nella finestra del Finder.
Per utilizzare AirDrop su Mac, fai clic sul pulsante AirDrop in Preferiti nella finestra del Finder.

Trasferimento dati veloce tramite connessione WLAN

AirDrop non utilizza Bluetooth, NFC o Bluetooth Low Energy per trasferire i dati, ma solo una connessione WLAN diretta tra i due dispositivi. Di conseguenza, di solito è molto veloce e trasferisce i dati più velocemente rispetto ad altre app che si basano su Bluetooth (LE) o NFC.

Impostazioni AirDrop su macOS

Per avviare AirDrop in macOS, apri una finestra del Finder e fai clic su "AirDrop" in "Preferiti" nella barra laterale di sinistra. Nell'area inferiore troverai ora un campo di selezione in cui puoi impostare "Sono visibile a". Come con iOS, le opzioni qui sono "Nessuno", "Solo contatti" o "Tutti".

Su Mac, le impostazioni di AirDrop non si trovano nelle preferenze di sistema, ma nella finestra di AirDrop stessa.
Su Mac, le impostazioni di AirDrop non si trovano nelle preferenze di sistema, ma nella finestra di AirDrop stessa.

Come utilizzare AirDrop su iOS e iPadOS

Se desideri condividere un file tramite AirDrop, richiama il foglio di condivisione o il pulsante "Condividi" e quindi fai clic sul pulsante AirDrop. Apparirà ora un elenco di dispositivi a cui inviare i file.

Se l'altro dispositivo non è visibile, le sue impostazioni AirDrop sono probabilmente impostate in modo che il dispositivo non sia visibile ad altri in AirDrop. Puoi trovare questa impostazione su iOS e iPadOS sotto

Impostazioni > Generali > AirDrop

Lì dovresti avere l'opzione "Solo per contatti" o "Per tutti" attivata in modo da essere visibile all'altro dispositivo Apple.

Se ora invii i file, il destinatario deve accettare il trasferimento prima che inizi effettivamente.

Solo se desideri trasferire qualcosa a te stesso da un dispositivo a un altro dispositivo, questa query non si applica. Entrambi i dispositivi Apple devono essere registrati con lo stesso ID Apple.

Sulla sinistra puoi vedere come puoi utilizzare il pulsante Condividi per arrivare ad AirDrop, tra le altre cose. Sulla destra, una ricezione AirDrop è appena iniziata.
Sulla sinistra puoi vedere come puoi utilizzare il pulsante Condividi per arrivare ad AirDrop, tra le altre cose. Sulla destra, una ricezione AirDrop è appena iniziata.

Accedi alle impostazioni di AirDrop dal Centro di controllo iOS

Un modo più breve rispetto alle impostazioni è tramite iOS centro di controllo, a cui puoi accedere sugli iPhone più recenti scorrendo verso il basso dall'angolo in alto a destra dello schermo dell'iPhone.

Nel centro di controllo, ora tieni premuta l'area con le quattro impostazioni di rete (Bluetooth, Wifi, dati mobili e modalità aereo), che apre un campo più ampio con più opzioni di impostazione.

In esso, tieni premuto il pulsante "AirDrop" per un secondo per modificarne le impostazioni.

Qui puoi vedere come accedere alle impostazioni di AirDrop tramite il centro di controllo su iOS e iPadOS.
Qui puoi vedere come accedere alle impostazioni di AirDrop tramite il centro di controllo su iOS e iPadOS.

Screen Time blocca AirDrop

In determinate circostanze può anche succedere che un tempo di visualizzazione scaduto ti impedisca di poter attivare AirDrop tramite il pulsante. In questo caso si passa Impostazioni > Tempo di utilizzo > Restrizioni > App consentite e aggiungi "AirDrop" lì.

Ciò garantisce che AirDrop funzioni anche quando Screen Time lo avrebbe normalmente bloccato.

La stessa Apple ha anche creato due documenti di aiuto sull'argomento AirDrop, che puoi visualizzare qui:

 

I miei consigli e trucchi sulla tecnologia e su Apple

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali