macOS Sequoia nel primo test: ecco come ho installato la beta!

La scorsa settimana Apple, tra le altre cose, ha annunciato nuovi sistemi operativi Presentato macOS 15 Sequoia. Per dare una prima occhiata al nuovo sistema operativo Mac, ho installato la sua versione beta sul mio MacBook Pro (modello 14 con M2021 Pro) parallelamente a macOS 1 Sonoma. In questa guida ho riassunto come ho fatto. Qui troverai anche il link al file .pkg della prima beta di Sequoia, che puoi scaricare senza un account sviluppatore. Da luglio sarà disponibile anche la beta pubblica.

Installa macOS Sequoia Beta con un account sviluppatore

Se hai collegato il tuo ID Apple, con il quale utilizzi il Mac, a un account sviluppatore Apple, puoi accedere agli aggiornamenti beta anche nelle impostazioni di sistema. Puoi ottenere un account sviluppatore gratuito per questo su questo sito investire. Se ciò è accaduto e l'ID Apple è stato collegato ad esso, allora (al più tardi dopo aver riavviato il Mac). Impostazioni di sistema -> Generale -> aggiornamento software Oltre ai regolari aggiornamenti pubblici per macOS, verrà visualizzata anche una selezione di aggiornamenti beta.

Tuttavia, ci sono alcune cose da tenere a mente quando aggiorni il tuo Mac in questo modo. Naturalmente prima di tutto dovrebbe essere creato un backup dell'intero sistema. Perché la versione beta di un sistema operativo, soprattutto se in una fase così iniziale, può contenere ancora instabilità e bug. Non si possono escludere funzionalità non funzionanti, problemi di connessione alla rete o al dispositivo, bug, arresti anomali delle app o del sistema. Pertanto, un backup dovrebbe fornire la possibilità di tornare al sistema precedente.

Crea il programma di installazione di Sequoia utilizzando InstallAssistant

Dato che non voglio sovrascrivere il sistema che utilizzo attualmente, macOS Sonoma 14.5, e non voglio avere problemi con una versione beta quando utilizzo il mio MacBook Pro ogni giorno, vado come faccio ha scelto di installare la beta di Sonoma l'anno scorso. Ciò significa che utilizzo un programma di installazione macOS per installare il nuovo sistema su un volume separato di spazio di archiviazione Mac. In questo modo posso passare avanti e indietro tra i due sistemi operativi.

Puoi trovare il post dell'anno scorso qui: Installa macOS Sonoma Beta (affiancato al sistema esistente). Come allora, quest'anno sono riuscito a trovare il download diretto del pkg della beta per sviluppatori. Potete trovare il file da 14,79 GB come download diretto dal server Apple con questo link. L'ho scaricato qualche giorno fa e poi ho proceduto in questo modo:

  1. Apri il file "InstallAssistant.pkg" nella cartella di download
  2. Segui l'installazione nella finestra che si apre
  3. Trova l'app "Installa macOS 15 beta" nella cartella Applicazioni

È interessante notare che l'icona del programma di installazione mostra lo sfondo predefinito di macOS Sonoma anziché lo sfondo di macOS Sequoia. Nonostante la grafica errata, è il programma di installazione per macOS 15. 

Crea un nuovo volume APFS per l'installazione di Sequoia

Dopo aver creato un backup (come protezione nell'improbabile caso di emergenza) e creato l'app "Installa macOS 15 beta" come descritto sopra, ho iniziato a creare un volume APFS. Questo è abbastanza facile da fare in Utility Disco, che si trova sul file Macintosh HD in Programma -> Utilità nascosto:

  1. Fare clic sul simbolo più (+) sopra la parola "Volume".
  2. Assegnare un nome al nuovo volume, ad es. B. “Sequoia”, assegnato e aggiunto con formato APFS
  3. Chiudi nuovamente Utility Disco

Installa macOS Sequoia Beta sul nuovo volume

Come descritto sopra, l'app di installazione che ora può essere utilizzata si trova nella cartella Applicazioni sul Mac. Quando sono arrivato lì l'ho selezionato e l'ho aperto. Ciò significa che l'installazione di macOS Sequoia Beta ha potuto iniziare, anche se lo sfondo di Sonoma sembrava un po' confuso.

Dopo aver accettato il contratto di licenza, era giunto il momento di selezionare il volume per l'installazione. All'inizio mi è stato mostrato solo il “Macintosh HD”, sul quale è già installato Sonoma e su di esso sono memorizzati tutti i miei dati di lavoro. Facendo clic su "Mostra tutti i dischi" ho quindi potuto selezionare il volume Sequoia appena creato.

Quindi è arrivato il momento di selezionare un utente. Dato che uso solo il mio MacBook Pro, non c'era molta scelta. Cliccando su “Installa” e inserendo la mia password per confermare il processo, l'installazione di Sequoia è stata finalmente avviata. Inizialmente è stato addebitato per poco meno di un'ora. Alla fine il tutto è durato solo pochi minuti.

Utilizzo di macOS Sequoia Beta per la prima volta

Al termine dell'installazione, macOS Sequoia si avvierà e dovranno essere effettuate alcune impostazioni per configurare il sistema. Dovresti prenderti un po' di tempo qui e leggere tutto attentamente. Dopo aver selezionato il Paese, effettuato l'accesso con l'ID Apple (o ora "Account Apple"), selezionato la modalità luce o buio, impostato Touch ID (se disponibile) e così via, funziona ulteriormente.

All'inizio il sistema può essere un po' lento. Ciò si manifesta tra l'altro nel fatto che le app impiegano più tempo del solito ad avviarsi o chiudersi. Inoltre, funzioni come Quick Look più lungo all'inizio. Questo perché sono ancora in corso le modifiche e le impostazioni vengono applicate in background.

Per me non è stato visualizzato lo sfondo del desktop per i primi 2 minuti. Ma all'improvviso è apparso la carta da parati Sequoia con le illustrazioni delle sequoie californiane. Un nuovo sfondo animato quando selezionato è "Macintosh". Questo dovrebbe rendere felici tutti i fan del retrò e i veterani di Apple.

Non ho ancora esplorato tutte le novità e le modifiche, ma posso confermare che le impostazioni per l'"ID Apple" non si trovano più sotto il biglietto da visita nelle impostazioni di sistema. Invece ora dice "Account Apple". Questo sarà anche il caso di iOS 18 e iPadOS 18.

Un cambiamento interessante che probabilmente nessuno sospettava in anticipo riguarda l'app degli scacchi. Il loro background, così come le texture del campo degli scacchi e dei pezzi da gioco, sono stati rinnovati. L'opzione "Erba" è stata eliminata e la combinazione di diverse texture di campo e figure non è più possibile.

Altrimenti, finalmente ecco la finestra “Informazioni su questo Mac” con la nota che macOS 15.0 è ora in esecuzione sul computer.

Una nota per completezza: mentre il processo di installazione sopra mostrato è stato eseguito in inglese, per me la configurazione e il primo utilizzo di macOS Sequoia sono stati completamente in tedesco. Quindi non è necessario correggere alcuna impostazione della lingua qui.

Cambia disco di avvio: il Mac non dovrebbe sempre avviarsi con la versione beta

Dopo aver installato Sequoia Beta, il suo volume di installazione viene automaticamente selezionato come avvio predefinito del sistema. Ma tutto ciò può facilmente finire Impostazioni di sistema -> Generale -> volume di avvio essere regolato. Basta selezionare nuovamente il Macintosh HD e fare clic sul pulsante "Riavvia...". Il Mac si riavvierà automaticamente con il sistema normale.

Seleziona volume di avvio: seleziona il sistema desiderato all'avvio del Mac

Per poter scegliere quale sistema avviare all'accensione del Mac, hai le seguenti opzioni:

  • Mac con processore Intel: tieni premuto il tasto Opzione (opzione o ⌥) all'avvio
  • Mac con Apple Silicon: tenere premuto il pulsante di accensione durante l'accensione

Gli stessi problemi dell'anno scorso

Quando ho provato Sequoia per la prima volta, ho notato gli stessi "problemi" che avevo notato io è apparso l'anno scorso con la prima beta di Sonoma. Le app avviate regolarmente nel mio sistema non sono state aperte automaticamente. Inoltre non è stata adottata l'impostazione per spostare automaticamente gli screenshot su Dropbox.

* velocità del singolo cursore del mouse Ho dovuto impostarlo di nuovo tramite il terminale. Più di recente, era attiva la funzione che lo apre quando si fa clic sul desktop e spinge via tutte le finestre dell'app. L'ho disattivato subito. Dopo tutte le regolazioni manuali, Sequoia potrebbe essere utilizzata più o meno come al solito.

Le tue domande su macOS Sequoia

Ora che ho installato e configurato correttamente la beta, sentiti libero di lasciare le tue domande su macOS Sequoia. Nei prossimi giorni farò, ad esempio, Puoi testare ad esempio la funzione di blocco delle finestre delle app trascinandole sul bordo dello schermo (gli utenti Windows lo sanno dal 2009). Puoi aspettarti un rapporto. Se desideri vedere una caratteristica completamente diversa al microscopio, faccelo sapere lasciando un commento. Solo una nota: Apple Intelligence non è inclusa nella beta, quindi non posso testare nulla a riguardo.

I miei consigli e trucchi sulla tecnologia e su Apple

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

3 commenti su “macOS Sequoia nel primo test: ecco come ho installato la beta!”

    1. Johannes Domke

      Ciao Rainer,

      Non ne so abbastanza delle VM su Mac. Inoltre, soprattutto con una versione beta così anticipata, preferisco utilizzare l'installazione normale per vedere se eventuali errori che possono verificarsi sono dovuti al sistema. Con una VM i problemi possono essere causati anche dall'ambiente virtuale. Ciò rende difficile trovare cause e soluzioni.

      Cordiali saluti
      Johannes

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali
Shopping
  •  
  •