Perché le stampanti a getto d'inchiostro sono la peggiore spazzatura

In qualche modo, negli ultimi decenni, è diventato così saldamente radicato nella mente delle persone e sul mercato che le stampanti a getto d'inchiostro presumibilmente economiche vengono utilizzate nelle famiglie private e le stampanti laser che sono presumibilmente costose nelle aziende. Ma diversi punti mi portano alla conclusione che le stampanti a getto d'inchiostro non hanno posto nelle abitazioni private (o altrove).

Dal modello dei costi alle funzionalità, al design poco intuitivo e all'obsolescenza pianificata, c'è molto da fare. Di seguito entrerò nei vari punti e vi darò anche alcune delle mie esperienze lungo il percorso. Si prega di lasciare le vostre esperienze come commento.

Le stampanti a getto d'inchiostro sono la peggiore spazzatura: tecnologia intenzionalmente difettosa, obsolescenza pianificata e cartucce d'inchiostro costose. È meglio acquistare una stampante LED o laser progettata per un uso a lungo termine con a volte più, a volte meno pagine.
Le stampanti a getto d'inchiostro sono la peggiore spazzatura: tecnologia intenzionalmente difettosa, obsolescenza pianificata e cartucce d'inchiostro costose. È meglio acquistare una stampante LED o laser progettata per un uso a lungo termine con a volte più, a volte meno pagine.

Panoramica: quali sono gli svantaggi di una stampante a getto d'inchiostro?

  • Elevato costo dell'inchiostro e delle cartucce d'inchiostro, soprattutto per le offerte proprietarie
  • La stampa di determinati colori è spesso vietata quando gli altri colori sono esauriti
  • Se usato raramente, l'inchiostro si secca e gli ugelli si ostruiscono, il che comporta una lunga pulizia
  • Non è raro che si verifichi un'obsolescenza programmata, ovvero un guasto operativo desiderato dopo un certo tempo, numero di pagine stampate o quantità di inchiostro utilizzata
  • Poiché il gruppo target è costituito da privati ​​inesperti, sul mercato si riscontrano molti fallimenti

Le mie esperienze con stampanti a getto d'inchiostro e laser

Da bambino negli anni '1990 e da adolescente negli anni 2000, sono cresciuto con diversi computer e i loro sviluppi tecnici. Un computer aziendale dismesso con Windows 3.11 è stato il mio primo strumento sperimentale. Poi è seguito un computer con Windows 95 e successivamente Windows 98 e, come ultimo modello tower con postazione fissa in soggiorno, un apparecchio con Windows XP. Per questo sono state utilizzate diverse stampanti a getto d'inchiostro.

Il motivo più comune per un nuovo acquisto erano gli ugelli secchi o le cartucce a colori vuote, che impedivano persino la stampa di documenti in bianco e nero. Sfortunatamente, nella nostra famiglia sono stati prodotti molti rifiuti elettronici, che non potrebbero mai essere bilanciati con le pagine effettivamente stampate.

Poi, quando ho avuto bisogno di una stampante affidabile per il liceo, ho messo dei risparmi in una stampante laser goffa. Era il 2009. La stampante è stata fornita con una cartuccia di toner, in modo da poter stampare subito. Ho dovuto acquistare la seconda cartuccia solo dopo qualche anno e dopo che erano state stampate diverse centinaia di pagine.

Ero già in giro con il laptop Windows 7 che ho usato più tardi nel 2013 per avviare la mia attività. La stampante laser, attualmente solo con la sua terza o quarta cartuccia di toner, mi accompagna anche adesso mentre utilizzo il mio secondo MacBook Pro. Ormai è in azione da 13 anni e ha già preso parte a diversi traslochi.

Trappola dei costi del getto d'inchiostro: i soldi si guadagnano con le cartucce della stampante

Quando acquisti una stampante con tecnologia a getto d'inchiostro, potresti essere soddisfatto del prezzo basso. Ma questa gioia spesso non dura a lungo. Dopo i primi grandi progetti di stampa, i bassi livelli di ciano, magenta o giallo delle relative cartucce per stampanti vengono rapidamente dimenticati.

La sorpresa arriva con il prossimo lavoro di stampa di grandi dimensioni: niente funziona più; solo quando viene inserita una cartuccia nuova. E questo costa davvero denaro. È qui che entra in gioco il principio della lama del rasoio: i rasoi stessi sono economici, ma le lame sono costose. In questo modo, i produttori di rasoi e stampanti a getto d'inchiostro si assicurano un reddito costante attraverso gli accessori necessari. 

Il diavolo è nel design: l'essiccazione e l'intasamento non sono rari

A causa dell'aumento della comunicazione digitale e dell'avvento degli smartphone, la stampa non è più così diffusa in famiglia o tra amici come dieci o vent'anni fa. Tuttavia, una stampante fa ancora parte dell'attrezzatura di base del computer per molti, anche nelle famiglie private.

Tuttavia, poiché un modulo, un invito, un CV, un segnale di fuga del gatto (che poi scappa via grazie alla pioggia) o simili non devono essere stampati quotidianamente o almeno settimanalmente, l'inchiostro si asciuga e gli ugelli si intasano. Le conseguenze: pulizia dispendiosa in termini di tempo, acquisto di nuove cartucce o sostituzione dell'intera tecnologia della stampante.

Obsolescenza programmata: rifiuto intenzionale di lavorare nelle stampanti a inchiostro

Era nei media, ci sono vari video di YouTube su di esso, eppure non molte persone sembrano essere interessate. Ed è per questo che probabilmente va sottolineato ancora: alcuni produttori hanno in modo dimostrabile impostato una sorta di conto alla rovescia nel software della stampante in modo che il dispositivo rinunci al fantasma dopo un certo periodo di utilizzo o dopo un certo numero di pagine stampate. Ciò è supportato dai corrispondenti messaggi di errore o di avviso sul computer. Il tutto è spiegato in dettaglio e guarnito con ulteriori punti di critica in questi due video:

Conclusione: meglio acquistare una stampante laser decente

Sia i vari rapporti che le nostre esperienze portano alla conclusione: le stampanti a getto d'inchiostro sono il peggior pezzo di spazzatura e non dovrebbero essere acquistate - a meno che tu non abbia davvero l'applicazione perfetta, possono aiutarti con cartucce presumibilmente vuote e sono resistenti allo stress quando arriva ai conducenti. Altrimenti, il mio appello: meglio acquistare una stampante laser. Riscalda la polvere di toner sulla carta (il che rende superflui i liquidi), è meno soggetto a errori ed è principalmente realizzato per un uso a lungo termine con a volte molto, a volte poche pagine. Oltre al bianco e nero, ci sono anche modelli a colori. I costi di acquisizione sono più elevati in confronto, ma rapidamente messi in prospettiva.

Non così noto: stampanti LED

Oltre alle stampanti laser, ci sono anche stampanti LED, che sono diverse nel design ma molto simili nelle funzionalità. Invece di un laser, che viene proiettato sul rullo di stampa per mezzo di uno specchio rotante, per i pixel sulla carta vengono utilizzati dei LED. Ogni colore (ciano, magenta, giallo e nero) ha la propria striscia LED. Se sei interessato all'intera faccenda, fai clic sul video molto informativo sul canale YouTube Technology Connections, che posso consigliare anche per tutti gli altri argomenti trattati lì:

I miei consigli e trucchi sulla tecnologia e su Apple

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

22 risposte a "Perché le stampanti a getto d'inchiostro sono la peggior spazzatura"

  1. Beatrice Willius

    Ho comprato una stampante laser nel 2003. Ho comprato una nuova cartuccia una volta. La cosa ha rinunciato al fantasma 2,5 anni fa. Penso che siano stati i gatti a rompere qualcosa. Da allora ho una nuova stampante (un dispositivo combinato) con una "cartuccia iniziale". Dovrò sostituirlo presto.

    1. Ciao Beatrice! Il dispositivo combinato è anche un laser? O una stampante a getto d'inchiostro? Semplicemente non mi scaldo più con le stampanti a getto d'inchiostro... finora solo brutte esperienze. :(

  2. Sono d'accordo con la tua segnalazione al 100%.
    Ho posto fine alla mia frustrazione per il getto d'inchiostro (cartucce secche, ugelli ostruiti, dita sporche durante il riempimento) circa 15 anni fa con un laser in bianco e nero. L'ho poi venduto (perché doveva essere a colori) 5 anni fa e ho comprato un laser a colori HP Mufu.

    Funziona sempre; per me le cartucce durano per sempre e la qualità è giusta!!!
    Niente più inchiostro!!!

  3. Hm,
    Avrei accettato senza esitazione fino a quando non avessimo acquistato la nostra attuale stampante.
    Fino ad allora, avevamo creato quasi tutto utilizzando il nostro indistruttibile laser Brother, ma l'unità toner e il tamburo, a meno che non fossero stati acquistati inizialmente, si svuotavano rapidamente. Le emissioni nello studio dopo la stampa quotidiana di vari fogli di lavoro (doppia famiglia insegnante) hanno dato ulteriore motivo di incertezza...
    Ci siamo quindi imbattuti nelle stampanti a getto d'inchiostro Epson (dispositivo combinato) con riempimento dei serbatoi tramite un articolo specializzato. I consumi molto bassi (2° bottiglia aperta solo dopo più di 2 anni, costo 9€) e il lavoro senza emissioni con un'ottima immagine di stampa ci hanno completamente convinto. Collaborazione fluida tramite Airprint con tutti i dispositivi Apple, anche da lunghe distanze. Certo, all'inizio costava un po' di più, ma ora si è completamente ripagato.
    Neanch'io ci avrei pensato adesso, ma da allora il vecchio laser non è stato più utilizzato.

    1. Ciao Henning,

      allora probabilmente siete le persone che intendevo con l'interiezione "a meno che tu non abbia davvero l'applicazione perfetta" :D Inoltre, il tuo caso descrive anche più un incarico di lavoro che la stampa occasionale in una casa privata. Non so fino a che punto valga la pena il tuo modello di stampante lì.

      Cordiali saluti
      Johannes

  4. Come scritto qui nell'articolo, le affermazioni sono almeno in parte errate.
    Dipende dai requisiti se acquisti una stampante a getto d'inchiostro o laser. Per quanto ne so, non è possibile stampare foto di alta qualità con stampanti laser, ad esempio. Anche il consumo di energia e l'inquinamento da ozono sono un problema, sebbene i post sull'inquinamento da ozono tendano a contraddirsi a vicenda. Con le stampanti a getto d'inchiostro, acquisti comunque una stampante mega tank. I costi dell'inchiostro non sono più un problema. Si può persino stampare una pagina o due ogni pochi giorni per evitare che gli ugelli si ostruiscano. In un vecchio articolo di c't-uplink, un editore ha affermato che gli ugelli ostruiti non erano un grosso problema con l'inchiostro originale, ma che aumentavano con l'inchiostro di produttori di terze parti.
    Io stesso uso le stampanti a getto d'inchiostro dalla metà degli anni '1990. In effetti, a meno che tu non stia utilizzando una stampante mega tank, l'inchiostro è enormemente costoso. Con la mia precedente stampante a getto d'inchiostro, una Epson, 5 cartucce costano ben 100€. Con la mia attuale stampante Canon Mega Tank, i costi dell'inchiostro non sono più un problema, anche con l'inchiostro originale.
    La stampante era in vendita a soli 229€.
    Conclusione: demonizzare i getti d'inchiostro è una totale assurdità. Fondamentalmente dipende dall'area di applicazione.

    1. Quindi sull'argomento "quegli ugelli ostruiti non sarebbero un grosso problema con l'inchiostro originale" ... posso contraddirlo dalla mia esperienza. Avevo acquistato una stampante a getto d'inchiostro HP pubblicizzata come dotata di "inchiostro non essiccante". Ho usato solo la cartuccia in dotazione e un'altra cartuccia HP originale e ad un certo punto si è intasata così tanto che non sono riuscito a stampare senza striature anche dopo averla pulita 5 volte. Sono sicuro che ci sono esperienze diverse, ma non ho mai avuto una stampante laser che avesse così tanti problemi da darla via ed ero felice che non ci fosse più.

      1. Non dubito nemmeno dell'esperienza. La dichiarazione di c't-uplink era solo che l'inchiostro originale tende a seccarsi meno dell'inchiostro di fornitori alternativi. Il motivo era che con fornitori alternativi, i pigmenti di colore erano spesso un po' più grandi rispetto all'inchiostro originale e le testine di stampa tendevano quindi a intasarsi.
        Il mio penultimo getto d'inchiostro era una Canon con 5 cartucce d'inchiostro. Ovviamente ho usato inchiostro alternativo per via del prezzo. La parte era così intasata che volevo smaltire la stampante. Un collega voleva la parte e - ecco, - ha fatto il lavoro, ha rimosso le testine di stampa e le ha immerse in acqua tiepida. A quanto pare sta stampando di nuovo. In ogni caso, a causa della quantità di stampa che faccio, non entra in casa nient'altro che le stampanti mega tank. Dato che a volte stampo una foto su carta fotografica qua e là, un laser probabilmente non sarebbe adatto.

  5. Ho acquistato una stampante multifunzione Epson EcoTank (ET 2550) alcuni anni fa. Funziona perfettamente da anni e l'inchiostro è enormemente più economico del toner. Anche dopo 2 mesi di assenza, ha ristampato senza problemi. Per i miei scopi avevo bisogno di una stampante A3 qualche settimana fa. Dopo un'accurata valutazione, si trattava di nuovo di una stampante Epson EcoTank (ET 16650). Prezzo della pagina di stampa molto economico. A differenza del toner, l'inchiostro è ancora una volta molto più economico qui. A parte ciò che una stampante laser "disegna" in termini di elettricità, le stampanti a getto d'inchiostro richiedono una frazione di quella. Non conosco problemi di driver con le stampanti Epson. Ho questi problemi con una stampante laser Kyocera (ECOSYS M5526cdw). Con questa stampante, ogni lavoro di stampa è una piccola lotteria. Anche Kyocera non poteva aiutare. Pertanto, ogni tecnologia ha i suoi vantaggi e svantaggi. Ecco perché penso che il titolo di questo articolo "Perché le stampanti a getto d'inchiostro sono la peggiore spazzatura" sia un po' esagerato.

    1. Anche un mio amico è rimasto molto colpito dalle stampanti Epson. È un fotografo professionista, quindi stampa molte foto. È felice della qualità. Tuttavia, può darsi che stampi anche più frequentemente e quindi non abbia problemi con l'essiccazione. Oppure Epson non ha il problema. Finora ho avuto solo due stampanti a getto d'inchiostro HP e la mia esperienza con loro non è stata eccezionale... quindi posso capire il titolo che Johannes ha scelto per il post. Ma come per ogni cosa, ci sono altre esperienze.

    2. È così che ottieni esperienze diverse. Non ho più una stampante Epson in casa. Ora che ho una stampante Canon Mega Tank, avevo una Epson con cartucce singole. Non devo dire nulla sul prezzo, che era nella fascia di usura. È stato negativo, tuttavia, che alcuni degli ugelli dell'inchiostro Epson siano stati stampati in nero qualche tempo dopo la scadenza della garanzia. Invece del colore, era controllato come nero. Le stampe a colori erano un disastro. Stranamente, il numero di errori continuava a cambiare. Ecco perché non ho più una Epson in casa. Ad HP, tra l'altro, è lo stesso in verde. Sono stato un fedele cliente HP per anni e ho continuato ad acquistare Deskjets. La qualità è diminuita nel corso degli anni. L'ultima stampante HP non è nemmeno sopravvissuta al periodo di garanzia, ma ovviamente è stata riparata in garanzia. Ecco perché ora sto mantenendo le distanze sia da Epson che da HP. Non compro più niente da nessuna delle due società.

  6. Ho avuto esattamente i problemi sopra descritti per anni con uno splatter di inchiostro Epson. Ho risolto il problema che la stampante smetteva di funzionare quando solo una delle due cartucce era vuota acquistando un cosiddetto resetter. L'ho usato per impostare la cartuccia a colori "su pieno" ancora e ancora. Quindi questa particella da 2 euro (un po' di elettronica e una piccola batteria) dall'alloggiamento ha superato in astuzia il chip incollato alla cartuccia. Il livello di riempimento viene memorizzato in questi dal conducente, che ovviamente non è mai stato corretto. Se la stampante indica una cartuccia vuota, è rimasto ancora abbastanza inchiostro. In realtà.

    Ad un certo punto si è rotto il resetter e non sono riuscito a trovarne uno nuovo. Da quel momento in poi ho dovuto acquistare una cartuccia a colori completamente troppo costosa per poter stampare solo in nero. Ho risolto la continua asciugatura degli ugelli con un pezzetto di spugna imbevuta di acqua distillata e posizionato sotto la testina di stampa in posizione di parcheggio. In questo modo, i blocchi di solito si risolvono facilmente. Ma alla fine l'intera procedura è stata molto fastidiosa, soprattutto perché gli inchiostri erano difficili da ottenere e disponibili solo online a causa dell'età della stampante. E poi, abbastanza spesso, è entrata in gioco la truffa successiva, ovvero quella dei rivenditori che regolarmente rimuovevano la data di scadenza e vendevano inchiostri obsoleti.

    Ad un certo punto ho avuto la soffiata che un noto rivenditore online offriva sempre stampanti laser usate. Ne ho preso uno due anni fa per 40 euro! lascialo venire. Un vecchio modello di Kyocera. Connesso - in esecuzione. Era inclusa anche una cartuccia, con cui continuo a stampare. Durante quel periodo avrei dovuto acquistare innumerevoli cartucce d'inchiostro per una cifra folle.

  7. Addendum: L'Epson A3 è stato acquistato in quel momento perché volevo stampare le foto. Ma se una stampante del genere continua a rovinare un intero (e costoso) foglio di carta perché uno degli ugelli si guasta nel mezzo della stampa, presto sarai stufo. Se ho bisogno di semplici stampe a colori, vado in una delle macchinette di una farmacia. Se voglio immagini di alta qualità, preferirei investire un po' più di soldi in una buona stampa dal laboratorio, ma certamente non in uno splatter di inchiostro.

  8. Ciao a tutti, non posso confermarlo. Utilizzo una stampante a getto d'inchiostro Brother MFC-J4,5DW da 5730 anni. Il set di cartucce originali Brother è compreso tra € 72,00 / 92,00. Sono sufficienti per circa 1000 pagine. Con una stampante laser a colori, le cartucce sarebbero 3-4 volte superiori. La stampante si aggirava quindi intorno ai € 250,00. Non ci sono problemi di driver qui con Mac / Linux / Windows 11. E i getti intasati (per lo più magenta) si verificano ogni pochi mesi. Pulisci brevemente e lascia riposare ancora per mesi. Funziona alla grande.

      1. Il costo delle cartucce di toner e degli inchiostri può essere confrontato solo confrontando il numero di stampe. Puoi andare molto oltre con il toner.

  9. Sto scherzando con la roba della stampante a inchiostro da settimane ormai e ho provato a far rivivere almeno 10 dispositivi per hobbisti, anche con un compressore, ma è come un incantesimo, niente funziona davvero che gli ugelli sono liberi e le mie mani sembrano come merda. L'intera faccenda è criminale, dovrebbe essere proibita!

  10. Prima di tutto, adoro il mio getto d'inchiostro HP Envy! Ma, naturalmente, gli svantaggi sono evidenti e sono stati opportunamente descritti anche da Johannes. Tuttavia, ciò che non ha preso in considerazione è il carico di emissioni delle stampanti laser e LED. Non metterei un laser nel mio piccolo ufficio a meno che non avessi una stanza separata dove farlo funzionare. Ma non c'è. Ecco perché un getto d'inchiostro è ancora la mia prima scelta. E ora sto guardando gli Epson con un serbatoio di riempimento...

    1. Johannes Domke

      Ciao Heinz,

      a che tipo e quantità di emissioni ti riferisci? Cosa intendi esattamente per "carico di emissioni"?

      Stai solo lanciando quello slogan là fuori, ma non fornisci alcun dettaglio al riguardo. Quindi non vedo alcuna necessità di miglioramento per l'articolo qui. Tanto più che diversi studi hanno dimostrato che non ci sono rischi specifici per la salute derivanti dall'uso di stampanti laser. Tuttavia, se desideri utilizzare filtri per motivi di prevenzione o acquistare dispositivi con il sigillo "Blue Angel", puoi farlo. Puoi anche ventilare bene la maggior parte delle stanze se ci pensi.

      Qui puoi trovare maggiori informazioni sull'argomento: Pagina BMUV. La pagina collegata mostra anche che le preoccupazioni sull'uso delle stampanti laser derivano dagli ambienti di ufficio nel 2000. Da allora, la tecnologia è migliorata e l'home office non è necessariamente paragonabile agli uffici aziendali e al loro elevato utilizzo della stampante da parte di più persone.

      Se sei a conoscenza di altre ricerche e sto discutendo nella direzione sbagliata qui, fammelo sapere. Mi piace impararlo.

      Cordiali saluti
      Johannes

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali
Shopping
  •  
  •