Nel test: monitor Eizo EV2780 FlexScan con connessione USB-C e modalità ritratto

L'Eizo EV2780-WT FlexScan come monitor esterno sul mio MacBook da 12 pollici.

L'Eizo FlexScan EV2780-WT/BK non è certamente un monitor da inserire sul posto di lavoro per e-mail, Facebook e Word. La funzione pivot e la connessione USB ne fanno un insolito esempio di monitor da 27 pollici. Devo ammettere che come blogger e internet worker raramente voglio usare il mio monitor in posizione verticale in modalità verticale, ma penso che per gli editori desktop che spesso si occupano di layout in formato verticale DIN A4, A3, A2, A1 o A0 un monitor del genere è un interessante secondo monitor per avere sempre una panoramica completa del lavoro.

L'Eizo EV2780-WT FlexScan come monitor esterno sul mio MacBook da 12 pollici.
L'Eizo EV2780-WT FlexScan come monitor esterno sul mio MacBook da 12 pollici.

design e ambito di consegna

Oltre al monitor stesso, la fornitura di Eizo include anche un cavo di alimentazione e un Cavo USB-C. Non ci sono altri cavi nella scatola. Se ne hai bisogno, potresti dover acquistare un cavo HDMI o un cavo mini-DV separatamente.

Il monitor Eizo è stato facile da configurare. Il monitor e il supporto sono già in un unico pezzo e devi solo cliccare sulla base rotonda. Questo ha funzionato molto facilmente anche senza le istruzioni di montaggio allegate.

L'EV2780 FlexScan è molto facile da configurare. Tuttavia, le istruzioni di montaggio sono incluse in modo da poter mettere anche tutte le viti di bloccaggio nei posti giusti (foto: Sir Apfelot).
L'EV2780 FlexScan è molto facile da configurare. Tuttavia, le istruzioni di montaggio sono incluse in modo da poter mettere anche tutte le viti di bloccaggio nei posti giusti (foto: Sir Apfelot).

La versione bianca dello schermo del computer mi è stata consegnata per il test. Sembra elegante e attira già l'attenzione sulla scrivania. In termini di ottica, penso anche che il monitor sia molto meglio dell'LG, che Apple vende come monitor USB-C. Il bordo nero superiore dell'LG è significativamente più largo di quello inferiore, quindi sembra sbilanciato. Con l'Eizo, il quadro generale sembra buono e appare elegante e moderno.

Il bordo sottile dello schermo rende il monitor molto meno ingombrante rispetto ad altri monitor da 27 pollici.
Il bordo sottile dello schermo rende il monitor molto meno ingombrante rispetto ad altri monitor da 27 pollici.

Funzione pivot e modalità ritratto testate

Come accennato in precedenza, l'Eizo EV2780 può essere utilizzato non solo in formato orizzontale ma anche in formato verticale. Girare è molto semplice e veloce, perché devi solo estrarre il monitor dal supporto fino al livello più alto e poi girarlo. Naturalmente, il Mac non si accorge automaticamente di nulla di ciò, quindi devi comunque selezionare l'impostazione per la rotazione nel pannello di controllo "Monitor": Standard, 90°, 180° o 270°.

Funzione Pivot in pratica: In macOS, dopo aver collegato l'Eizo EV2780, compare l'opzione per regolare la rotazione del monitor.
Funzione Pivot in pratica: In macOS, dopo aver collegato l'Eizo EV2780, compare l'opzione per regolare la rotazione del monitor.

La rotazione del monitor è facile con una mano, ma non ha posizioni di blocco automatico a gradi specifici. Quindi lo imposti a 90° "a tatto", ma puoi regolarlo facilmente in seguito se sembra sbagliato.

Ecco come appare quando si utilizza il monitor Eizo in modalità verticale.
Ecco come appare quando si utilizza il monitor Eizo in modalità verticale.

Qualità dell'immagine rispetto a un iMac 5K Retina

Non ho un laboratorio di prova per i monitor e per questo motivo mi affido un po' alla "sensazione" per giudicare i colori e il contrasto del monitor Eizo. Per avere un monitor di riferimento, ho posizionato l'Eizo accanto a un iMac 27K da 5 pollici, il cui display è lodato da molti grafici e fotografi.

Anche in un confronto diretto con l'iMac 5K di Apple, l'Eizo FlexScan fa un buon lavoro. Ad occhio nudo non si vede quasi nessuna differenza nella riproduzione dei colori.
Anche in un confronto diretto con l'iMac 5K di Apple, l'Eizo FlexScan fa un buon lavoro. Ad occhio nudo non si vede quasi nessuna differenza nella riproduzione dei colori.

In un confronto diretto, anche con le impostazioni predefinite, bisogna dire che l'Eizo è molto vicino al display dell'iMac. Ho quindi selezionato l'impostazione predefinita "Video" nel menu e quindi i colori erano un po' più ricchi e difficilmente si potevano distinguere dal display dell'iMac. Non c'è nulla di cui lamentarsi anche in termini di nitidezza. Tutti i dettagli dell'immagine di sfondo macOS che potevano essere visti su iMac potevano essere visti anche su Eizo.

L'unica differenza è il rivestimento opaco, che impedisce i riflessi sull'Eizo. Soprattutto con una finestra sul retro, questa era una chiara differenza rispetto all'iMac. Se hai condizioni di illuminazione più scure, tuttavia, l'immagine dell'iMac appare più nitida grazie alla superficie in vetro. Devi decidere tu stesso cosa è più importante per te. Personalmente ho trovato l'immagine sull'Eizo molto buona e la superficie antiriflesso non mi ha disturbato affatto.

Un confronto un po' irrealistico, ma che mostra bene le proprietà antiriflesso dell'Eizo: il display lucido dell'iMac a sinistra e il display opaco dell'Eizo FlexScan a destra. I modelli sono stati creati dalla fotografia con l'iPhone e non sono visibili ad occhio in realtà.
Un confronto un po' irrealistico, ma mostra bene le proprietà antiriflesso dell'Eizo: il display lucido dell'iMac a sinistra e il display opaco dell'Eizo FlexScan a destra, entrambi direttamente davanti a una finestra con luce solare diretta. I motivi moiré sono stati creati dalla fotografia con l'iPhone e non sono visibili ad occhio in realtà.

Tecnologia, risoluzione e funzione EcoView

La risoluzione del monitor è 2560 x 1440 pixel, ovvero il formato 16:9. Questo è molto pratico per lavorare su documenti di Office o lavori simili, perché puoi facilmente visualizzare due documenti uno accanto all'altro sullo schermo e avere ancora spazio per altri Apps ha.

Il display è un pannello LED IPS che offre un contrasto di 1000:1 e una luminosità fino a 350 cd/mq. L'immagine è impressionante anche se guardi il monitor di lato. Sembra sempre equilibrato negli angoli.

Nelle impostazioni di EcoView, puoi vedere immediatamente quanti watt e quanti grammi di CO2 risparmi: una soluzione motivante per i risparmiatori di energia!
Nelle impostazioni di EcoView, puoi vedere immediatamente quanti watt e quanti grammi di CO2 risparmi: una soluzione motivante per i risparmiatori di energia!

Una caratteristica molto piacevole è la regolazione automatica della luminosità, che funziona tramite il sensore EcoView. Questo misura l'intensità della luce nell'ambiente e quindi regola l'intensità della luminosità impostata. Questa è una caratteristica interessante, soprattutto per le persone che si siedono ancora al computer a tarda sera, poiché è piacevole per gli occhi.

L'uscita audio

Per quanto buono sia il monitor Eizo in termini di visualizzazione delle immagini, sfortunatamente è altrettanto pessimo in termini di uscita audio. Mi sono abituato al fatto che i monitor non dovrebbero mai essere usati per l'uscita audio, ma ovviamente lo provo ancora di tanto in tanto. Forse perché spero che un monitor con un suono ricco mi faccia cadere dalla sedia.

Ma qui l'Eizo è purtroppo in linea con gli altri monitor. Il suono è sufficiente per i toni di sistema, ma quando ascolti musica, pensi di aver messo il tuo iPhone in una scatola di cartone, a tutto volume. Per farla breve, il mio piccolo MacBook da 12 pollici ha un suono migliore e più bassi. :D

Ma per quanto sia sfortunato: non è tragico, perché il monitor ha un'uscita jack da 3,5 mm, che può essere utilizzata per collegare altoparlanti esterni - e probabilmente è quello che faranno comunque tutti coloro che vogliono ascoltare musica.

Vista posteriore dell'Eizo (a sinistra) e dell'iMac da 27 pollici (a destra): per le persone alte, poter impostare il monitor Eizo così in alto è molto piacevole.
Vista posteriore dell'Eizo (a sinistra) e dell'iMac da 27 pollici (a destra): per le persone alte, poter impostare il monitor Eizo così in alto è molto piacevole.

Connessioni: USB-C, USB 3.1, HDMI, jack da 3,5 mm e porta display

Il monitor Eizo ha tre connessioni che possono essere utilizzate come ingressi video: HDMI, USB-C e Displayport. Funge anche da HUB e offre due prese USB 3.1 laterali, alle quali è possibile collegare hard disk esterni e altri dispositivi USB. Ha anche un'uscita per le cuffie, che può essere utilizzata anche per collegare sistemi di altoparlanti attivi. Il vantaggio è che puoi collegare il tuo MacBook al monitor con un solo cavo e tutti gli altri dispositivi sono immediatamente collegati al MacBook. Un'ottima cosa per le persone che sono spesso in viaggio con i loro laptop e amano lavorare con un monitor più grande nel loro ufficio a casa. Il monitor Eizo è praticamente l'hub per tutto. :D

È sufficiente un cavo USB-C per collegare il MacBook al monitor Eizo. I restanti dispositivi USB possono quindi essere collegati alle due porte USB del monitor (più di due con un hub, ovviamente!).
È sufficiente un cavo USB-C per collegare il MacBook al monitor Eizo. I restanti dispositivi USB possono quindi essere collegati alle due porte USB del monitor (più di due con un hub, ovviamente!).

Ho saltato in particolare alla porta USB-C, poiché questa è ovviamente una "caratteristica fondamentale" per gli utenti di un MacBook o MacBook Pro.

Durante il collegamento, assicurarsi che la spina si innesti con un leggero clic. Se non lo spingi così lontano, il monitor non riceve alcun input video e va in modalità di sospensione dopo un breve periodo di tempo. Questo è quello che è successo a me all'inizio, finché non ho capito che devi collegare il connettore USB-C con una certa determinazione.

Una volta che la spina è in posizione, puoi selezionare l'ingresso tramite il menu su Eizo e vedrai immediatamente un'immagine. Come accennato in precedenza, la qualità dell'immagine è molto buona e non offre motivi di reclamo.

Corrente di carica insufficiente tramite la porta USB-C

Sfortunatamente, la porta USB-C del monitor fornisce un massimo di 30 watt di potenza, che era al limite del minimo anche per il mio piccolo MacBook da 12 pollici. Indicava che era in carica, ma il tempo di ricarica rimanente per il restante 40% era di oltre 7 ore sul monitor Eizo, mentre l'alimentatore Apple originale avrebbe caricato completamente il MacBook in poco meno di 1,5 ore. Un MacBook Pro da 15 pollici richiede più del doppio della potenza e si scarica e non si carica costantemente durante il funzionamento sul monitor.

Confronto dei tempi di ricarica: Ricarica del MacBook sul monitor Eizo EV2780 a sinistra e sull'alimentatore USB-C Apple a destra. Una netta differenza, dovuta alla bassa potenza di uscita delle porte USB-C del monitor Eizo.
Confronto dei tempi di ricarica: Ricarica del MacBook sul monitor Eizo EV2780 a sinistra e sull'alimentatore USB-C Apple a destra. Una netta differenza, dovuta alla bassa potenza di uscita delle porte USB-C del monitor Eizo.

Il mio desiderio per un modello successivo sarebbe molto chiaro: erogare più potenza dalla porta USB-C e, se necessario, integrare un hub USB-C per poter collegare più dispositivi USB-C contemporaneamente.

Aggiornamento 03.04.2017/XNUMX/XNUMX: l'aggiornamento del firmware può aiutare

Ho appena scoperto - purtroppo troppo tardi per un successivo test - che la versione firmware di alcuni monitor non era aggiornata. È possibile ottenere l'ultima versione qui su eizglobal.com Trova. In alcuni casi, l'aggiornamento del firmware probabilmente risolve il problema che l'intera potenza di uscita di 30 W non è disponibile per caricare i MacBook. Ciò potrebbe ridurre il tempo di ricarica del MacBook, ma sfortunatamente i 30 W non si avvicinano agli 87 watt di potenza offerti dall'alimentatore Apple USB-C originale per MacBook Pro (15 pollici, fine 2016).

Il mio verdetto sul monitor Eizo EV2780

Posso solo consigliare il monitor sotto molti aspetti. È compatto, la facilità di regolazione dell'altezza è un sogno e la qualità dell'immagine è alla pari con un display iMac. Anche piccole cose come la base girevole convincono in pratica. Per me personalmente, tuttavia, non è un'opzione perché non ho un'applicazione per la funzione pivot. Ma se fossi nel desktop publishing, potrei indebolirmi. ;-)

Anche nel dettaglio, è difficile notare differenze tra l'immagine dell'iMac 5K e quella dell'Eizo EV2780 FlexScan. Nota: il test è stato il FlexScan EV2780-WT e non il modello "BK" nero come indicato erroneamente nell'immagine.
Anche nei dettagli, difficilmente si notano differenze tra l'immagine dell'iMac 5K e l'Eizo EV2780 FlexScan. Nota: è stato testato il FlexScan EV2780-WT e non il modello "BK" nero come indicato erroneamente nell'immagine.

Dal mio punto di vista, una caratteristica importante è stata purtroppo implementata male: la possibilità di caricare i MacBook tramite la porta USB-C. Soprattutto se vuoi usarlo come monitor esterno per un piccolo MacBook da 12 pollici, il cavo di connessione occupa l'unica porta USB-C e non puoi più caricare il MacBook. È un peccato. Altrimenti, un monitor top per chi cerca un monitor da 27 pollici con funzione pivot e vorrebbe avere un hub USB-C o USB 3 integrato!

I miei consigli e trucchi sulla tecnologia e su Apple

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali
Shopping
  •  
  •