Riepilogo del keynote della WWDC24: sistemi operativi, offensiva dell'intelligenza artificiale, nessun hardware

Con la presentazione di apertura della World Wide Developers Conference 2024 di Apple (WWDC24), molte delle voci delle ultime settimane e mesi sono state confermate. Sono incluse sia nuove funzioni più piccole per i nuovi sistemi operativi Mac, iPad e iPhone, sia l'integrazione di strumenti AI, un collegamento ChatGPT e una revisione di Siri. Di seguito ho riassunto l'evento nonché i dettagli più importanti su iOS 18 e iPadOS 18, visionOS 2, macOS 15 Sequoia, watchOS 11 e Audio & Home. Si tratta infine degli strumenti AI integrati di “Apple Intelligence”.

In aereo all'Apple Park e a “Kickstart My Heart”

Il keynote della WWDC24 è iniziato con un volo sulla California a bordo di un aereo pilotato da Phil Schiller. Craig Federighi e il suo equipaggio aspettavano nella stiva in abiti bianchi decorati con strisce arcobaleno (che ricordano le precedenti collezioni di merchandise) durante il salto.

Poi sono saltati dall'Apple Park e dal quartier generale circolare della Apple, mentre sui loro paracadute suonavano i nomi dei sistemi operativi Apple “macOS”, “iOS” e simili scritti “Kickstart My Heart” dei Mötley Crüe. Tutto è passato a Tim Cook, che ha ospitato l'evento dal tetto dell'edificio.

Apple tv+ porta nuovi contenuti per il suo quinto anniversario

Prima di arrivare al contenuto principale della presentazione, l'attenzione si è concentrata innanzitutto su Apple tv+. Il servizio di streaming festeggia già il suo quinto anniversario e da tre anni offre i contenuti originali più apprezzati di un provider di streaming. Ciò è stato recentemente dovuto a film come Killers of the Flower Moon e Napoleon, nonché a serie come Monarch. Una raccolta di trailer mostrava anche quali nuovi contenuti o stagioni aggiuntive verranno aggiunti in futuro alle serie esistenti.

visione OS 2

Esistono già oltre 2.000 app native per visionOS. Inoltre, su Apple Vision Pro è possibile utilizzare oltre 1,5 milioni di app per iPhone e iPad. Per offrire ancora più opzioni sono state annunciate diverse innovazioni destinate a migliorare l'utilizzo degli occhiali VR. Ciò include nuove API e TabletopKit per gli sviluppatori, ma anche nuovi gesti e altre opzioni di utilizzo per gli utenti.

A partire da visionOS 2, un display Mac trasferito dovrebbe essere in grado di essere visualizzato in modo extra ampio per poter combinare due display 4K. Le foto 2D dovrebbero poter essere convertite in foto spaziali utilizzando l’apprendimento automatico. Viene introdotto anche l'uso del mouse. Sarà possibile condividere foto tramite SharePlay e la modalità Viaggio sarà estesa anche ai viaggi in treno (non solo ai voli).

Per la creazione di video spaziali oltre all'utilizzo dell'iPhone 15 Pro (Max), è stato annunciato un obiettivo speciale per Canon EOS R7, con il quale è possibile registrare video spaziali. Ciò significa che anche i videoartisti professionisti dovrebbero essere in grado di creare video 3D.

Per la realizzazione di video immersivi (registrazioni 8K con angolo di visione di 180°) è stata menzionata la collaborazione con Blackmagic Design, che avviene sia in ambito hardware che software (es. DaVinci Resolve) dovrebbe riflettere. Dovrebbe essere possibile anche l'editing tramite Final Cut Pro e la condivisione dei video finiti tramite Vimeo, che dispone della propria app visionOS.

Apple Vision Pro arriverà in Germania a luglio

Nell'ambito della presentazione del visionOS 2, che verrà rilasciato come aggiornamento in autunno, sono stati nominati anche i mercati al di fuori degli Stati Uniti che presto verranno forniti con il Vision Pro. Le cuffie saranno disponibili in Cina, Giappone e Singapore dal 28 giugno. Dal 12 luglio sarà disponibile anche in Germania, Francia, Regno Unito, Canada e Australia.

iOS 18

Con iOS 18, molti piccoli e grandi cambiamenti arriveranno sull'iPhone di Apple. iOS 18 porta z. B. Aggiunge la possibilità di disporre le icone delle app in modo relativamente libero sulla schermata principale. Sebbene rimangano ancora nelle aree delle tessere a loro destinate, ora sono possibili aree vuote. Questo non è solo pratico per poter vedere meglio l'immagine di sfondo, ma anche per l'utilizzo con una sola mano.

Viene inoltre fornita la regolazione del colore delle icone delle app. Perché da iOS 18 in poi non esiste solo la modalità oscura che scurisce i simboli. Possono anche essere tutti colorati uniformemente in un colore scelto liberamente. Ciò può anche migliorare l'utilizzo (ad esempio attraverso un contrasto più elevato) o semplicemente garantire che lo sfondo e le icone delle app si adattino meglio.

Ulteriori opzioni di personalizzazione riguardano il centro di controllo e la schermata di blocco. Perché non ci sono solo nuovi elementi per il centro di controllo, ma anche panoramiche completamente nuove a cui è possibile accedere scorrendo verso l'alto. Ecco come ottieni ad es. B. per la panoramica della riproduzione dell'app musicale o la panoramica della casa per i dispositivi e i sistemi collegati in rete. Inoltre, da iOS 18 in poi, i simboli della fotocamera e della torcia nella schermata di blocco possono essere sostituiti da scorciatoie appositamente selezionate, ad esempio all'app delle note.

Viene inoltre garantita una maggiore privacy. Ad esempio, ora è possibile bloccare singole app in modo che altre persone a cui dai l'iPhone non possano aprirle (un'alternativa semplificata su questo trucco delle scorciatoie). Inoltre, ora le app possono essere nascoste in modo che non possano essere facilmente trovate e aperte da altri. I contenuti dell'app poi non vengono visualizzati altrove, ad esempio nella ricerca Spotlight, nelle notifiche, nelle risposte di Siri e simili.

Un altro grande cambiamento riguarda l'app Foto. Ha subito un'importante riprogettazione, ma fornisce comunque la panoramica generale di foto e video, nonché varie cartelle. Ora è possibile visualizzare la griglia dei contenuti con un'area sottostante per cartelle, raccolte e riepiloghi intelligenti. C'è un nuovo pulsante di filtro che puoi utilizzare, ad esempio. B. può nascondere gli screenshot. Una sezione “Giorni recenti” mostra le foto, i video e gli eventi degli ultimi giorni. 

Ulteriori innovazioni di iOS 18 in breve:

  • App di notizie: Tapback ora possibile con tutti gli emoji; I messaggi possono essere preprogrammati utilizzando la funzione "Invia più tardi"; Sono supportate formattazioni come grassetto, corsivo e sottolineato e il testo può essere animato; Da iPhone 14 in poi messaggi ed SMS possono essere inviati anche via satellite (solo testo, no immagini o animazioni)
  • posta: Una nuova categorizzazione delle e-mail in panoramiche intelligenti ha lo scopo di risparmiare tempo e consentire una migliore navigazione attraverso molte e-mail non lette
  • Carte: Le carte topografiche hanno lo scopo di aiutare a pianificare le escursioni
  • Portafoglio: “Tap to Cash” per inviare fondi tramite NFC senza scambiare i dati di contatto; nuovo design per i biglietti degli eventi
  • Gamingil Modalità di gioco/Modalità di gioco, introdotto sul Mac con macOS Sonoma, arriverà anche sugli iPhone compatibili a partire da iOS 18

Audio e casa

Dopo il prossimo aggiornamento, gli AirPods consentiranno una comunicazione più semplice con Siri se non vuoi pronunciare un comando ad alta voce. Ad esempio, quando ricevi una chiamata in arrivo, puoi annuire per accettare o scuotere la testa per rifiutare. Anche la funzione “Isolamento vocale” per rimuovere il rumore di fondo arriverà sugli AirPods Pro. L'audio spaziale personalizzato sarà reso disponibile anche per i videogiochi: si dice che Need for Speed ​​Mobile sia il primo gioco a utilizzare la nuova funzionalità audio.

Ma ci sono innovazioni non solo per l'utilizzo delle cuffie in movimento, ma anche per i media a casa. A partire da tvOS 18, è disponibile la nuova funzione “InSight” per Apple tv+ su Apple TV, con la quale è possibile accedere alle informazioni sugli attori/attrici rappresentati e sulle canzoni utilizzate nel film o nella serie (analogamente a quanto avveniva da molto tempo su Amazon Prime Video). È supportato anche l'uso di proiettori 21:9 con i relativi contenuti che possono essere visualizzati a tutta larghezza. Ci sono anche nuovi salvaschermo, incluso Snoopy.

Guarda 11

watchOS 11 è stato introdotto per i modelli Apple Watch compatibili. Ecco le novità mostrate in forma breve:

  • Modalità formativa con la valutazione dell'impegno formativo e il suo confronto a lungo termine per valutare il miglioramento individuale
  • Il riepilogo dei valori di allenamento e fitness sull'iPhone può essere progettato in modo più personalizzato da watchOS 11 e iOS 18
  • La compilazione degli anelli fitness può essere messa in pausa in modo che non venga effettuata alcuna valutazione negativa se si prende una pausa dall'allenamento o si riprende da una malattia o da un infortunio
  • La nuova app Vitals/app segni vitali offre un accesso più rapido a valori come polso, respirazione, temperatura, sonno, ecc. e avvisa gli utenti se si notano cambiamenti critici
  • Ora è anche possibile il monitoraggio della gravidanza
  • La registrazione dei tempi di sonno del bambino è resa più semplice per evitare di svegliarlo con l'uso dell'orologio o dell'iPhone
  • I widget per la schermata iniziale di Watch ora possono essere aggiunti automaticamente, ad esempio per le traduzioni quando rileva che sei in viaggio
  • Funzione “Check-in”/“Guida” arriva su Apple Watch con watchOS 11
  • I quadranti possono essere personalizzati con le tue foto, in modo simile all'iPhone

iPadOS 18

Le modifiche alla schermata iniziale menzionate sopra per iOS 18 (disposizione e colorazione delle icone delle app) arriveranno anche sul tablet Apple con iPadOS 18. Inoltre, in diverse app verrà introdotta una barra delle schede mobile, che dovrebbe facilitare l'esecuzione di determinate opzioni. Puoi anche usarlo per accedere a una barra laterale più ampia. Anche i documenti di diverse app dovrebbero essere più facili da cercare e SharePlay non solo consente di disegnare sui display trasferiti, ma anche di accedere da remoto (entrambi utili per il supporto remoto).

Per la prima volta è ora disponibile un'app calcolatrice sull'iPad. Ma Apple non ha solo integrato una versione più grande dell'app per iPhone in iPadOS 18, ma lo ha dotato di numerose funzioni aggiuntive. Uno di questi si chiama “Note di matematica”. Può calcolare formule scritte a mano, per cui il risultato viene sempre corretto immediatamente quando la formula viene modificata. Le variabili possono anche essere impostate e modificate per essere utilizzate in una formula. Non è sempre necessario riscrivere il valore; è possibile utilizzare un controller per modificarlo. Le note matematiche possono essere utilizzate anche nell'app Note.

"Smart Script" verrà ampliato anche per le voci scritte a mano negli appunti, in Freeform e in app simili. Le lettere scritte a mano vengono riparate (adattate alla grafia individuale) e rese un po' più leggibili. Inoltre, il testo copiato può essere inserito con la propria grafia. Il testo può anche essere cancellato scarabocchiandoci sopra con l'Apple Pencil, come se stessi cancellando una vasta area di testo su carta. I singoli paragrafi, aree e immagini dovrebbero essere facilmente nascosti nelle note per avere rapidamente una migliore visione d'insieme nei documenti lunghi.

macOS 15 Sequoia

La nuova versione di macOS, chiamata “Sequoia”, non porta solo tutte le vocali disponibili, ma anche alcuni cambiamenti e innovazioni. Tra questi rientrano gli adeguamenti per l'app Messaggi già descritti sopra per iOS e iPadOs (formattazione e animazione del testo nonché uso ampliato degli emoji), l'introduzione di Note matematiche e l'aggiornamento per l'app Mappe.

Un'innovazione molto pratica per gli utenti iPhone e Mac è l'espansione di “Continuity”. Da macOS 15 e iOS 18 in poi, non solo puoi scambiare contenuti più velocemente e continuare a lavorare sui documenti. Ora è possibile anche l'accesso completo all'iPhone tramite Mac. Il display dell'iPhone viene visualizzato sul Mac in modo da poterlo utilizzare, ad esempio. B. può essere utilizzato tramite trackpad e tastiera. L'audio delle app e del sistema iOS viene riprodotto sul Mac. L'iPhone rimane bloccato e può essere utilizzato anche in modalità standby. Non è stato però dimostrato se l'iPhone simulato possa essere utilizzato anche in formato orizzontale.

Con macOS Sequoia è finalmente possibile bloccare le finestre delle app trascinandole verso i bordi del display (cosa che ho fatto in precedenza con Applicazione Magnete realizzato). Ciò semplifica la loro organizzazione e facilita il multitasking. Perché Apple abbia aspettato 15 anni per farlo è un mistero per me. Microsoft aveva già implementato la funzione nel 2009 con “Aero Snap” in Windows 7, cosa che avrebbe dovuto provocare un corrispondente adattamento in Mac OS X.

A partire da macOS 15 è disponibile anche una nuova app password per la gestione degli accessi a siti Web e app, nonché codici di sicurezza e password WiFi. Questo ha lo scopo di fornire una migliore panoramica ed è disponibile anche su altre piattaforme, anche Windows. Inoltre, per Safari in macOS è stata annunciata l'opzione “Highlights”, un'opzione per riassumere il contenuto del sito web. IL Vista lettore riceve anche un riepilogo e un sommario. Safari dispone inoltre di un proprio visualizzatore video per una riproduzione più priva di distrazioni e un utilizzo PiP più semplice.

Infine è stato nuovamente affrontato il tema dei giochi su Mac. Dopo il trasferimento più semplice dei videogiochi con il “Game Porting Kit”, ora il tutto dovrebbe funzionare ancora meglio con la seconda versione. Anche quando si tratta di trasferire shader e debug. Inoltre il Game Porting Kit 2 dovrebbe facilitare il trasferimento dei giochi non solo sul Mac, ma anche da lì sull'iPad e iPhone, in modo che possano essere offerti su un numero ancora maggiore di piattaforme.

Quando saranno disponibili i nuovi sistemi operativi Apple?

Ecco il programma di rilascio per visionOS 2, iOS 18, iPadOS 18, macOS 15 e tvOS 18:

  • Le versioni beta per sviluppatori possono essere utilizzate immediatamente
  • Le versioni beta pubbliche saranno disponibili da luglio
  • Gli aggiornamenti ufficiali per tutti arriveranno nell’autunno 2024

Apple Intelligence – L’offensiva dell’IA per Mac, iPhone e iPad

Con “Apple Intelligence”, che non a caso ha la sigla AI come “Artificial Intelligence”, arrivano su Mac, iPhone e iPad diversi strumenti con intelligenza artificiale generativa e un miglioramento di Siri. Tuttavia, non su tutti i dispositivi attualmente utilizzati dagli utenti. Soprattutto per l'utilizzo on-device direttamente sul dispositivo è necessario almeno l'A17 Pro (iPhone 15 Pro e iPhone 15 Pro Max) o un M-chip (M1, M2, M3 o M4).

I vari strumenti consentono ad es. Ad esempio, generare testo, riscriverlo, correggerlo e adattare la tonalità. Le immagini possono essere create anche nell'app Image Playground e in altre app in cui è integrata la sua funzionalità. È possibile utilizzare non solo i propri suggerimenti di testo, ma anche argomenti e contenuti già pronti. Strumenti per risposte più rapide possono essere utilizzati nei messaggi o nelle email, anche con il dettaglio del contenuto delle richieste effettuate.

Siri è stato notevolmente migliorato e, oltre alla “screen awareness” per riconoscere e utilizzare i contenuti visualizzati, ora ha anche una maggiore comprensione di compiti complessi. “Scopri l'immagine della persona E successivamente puoi anche usare "Converti l'immagine in una grafica in bianco e nero" o qualcosa di simile. Almeno così è stato presentato nella presentazione. Ancora meglio: ora Siri può aiutarti a utilizzare prodotti, sistemi e servizi Apple e fornire istruzioni.

Apple Intelligence funziona con tutte le possibili informazioni (personali) accessibili sul rispettivo dispositivo. Ciò significa che anche richieste e compiti complessi possono essere completati con precisione. Se è necessaria una maggiore potenza di calcolo, la richiesta dovrebbe anche poter essere esternalizzata su un server (ovvero un servizio cloud). Apple lo fornisce con un codice aperto e lo gestisce con i chip “Apple Silicon” (probabilmente con l'M2 Ultra). Sia l’intelligenza artificiale sul dispositivo che quella sul server dovrebbero proteggere rigorosamente la privacy degli utenti.

Ma c'è di più. Oltre all'intelligenza artificiale generativa per testo e immagini e a un migliore utilizzo di Siri, ci sono anche opzioni per modificare le foto più rapidamente e convertire in immagini gli schizzi negli appunti o nell'app Freeform. Questo si afferma ad esempio: B. su iPad è disponibile il nuovo strumento “Image Wand”. Viene introdotto anche "Genmoji", un modo per creare i propri emoji. A questo scopo è possibile utilizzare suggerimenti e immagini di riferimento.

Gratuito e senza account: integrazione di ChatGPT per la generazione di testo e immagini

Oltre alla propria “Apple Intelligence”, Apple integra anche l’utilizzo di ChatGPT di OpenAI. Bisogna però sempre confermare attivamente che la richiesta o il comando venga inoltrato a ChatGPT. Le informazioni lasciano quindi l'universo chiuso di Apple e vengono trasmesse al fornitore terzo OpenAI.

Se non hai problemi con questo, puoi utilizzare il tutto gratuitamente e senza account. Tuttavia, se desideri collegare il tuo account OpenAI e quindi attivare le funzioni a pagamento, hai la possibilità di farlo. Per il futuro è stata lasciata aperta anche l'integrazione di altre offerte di intelligenza artificiale, che potrebbe rendere sempre più ampie le opzioni oltre l'Apple Intelligence.

Domande aperte riguardanti Image Playground e Genmoji

Apple ha sottolineato più volte che le proprie offerte di intelligenza artificiale sono sicure e che la privacy è molto importante. Sia iOS che le offerte di server potrebbero essere esaminate da organismi indipendenti e testate per individuare eventuali lacune di sicurezza. Tuttavia, alcune cose mi danno fastidio. Non solo tutte le immagini mostrate avevano questo strano stile di intelligenza artificiale di cui ti stanchi presto (personalmente, ne sono stanco da molto tempo). È stato anche dimostrato che è possibile utilizzare le foto di altre persone come modelli.

Quindi puoi utilizzare foto di terze parti per creare immagini AI tramite Image Playground, Genmoji e l'integrazione di questi strumenti in altre app. Questi potranno poi essere utilizzati nei messaggi, nelle email, nei documenti, ma anche nella vastità di Internet. E i diritti personali e il copyright? Come persona che viene fotografata da altri, ho la possibilità di impedire che la mia immagine venga utilizzata negli strumenti di intelligenza artificiale? Non sembra così. E questo potrebbe diventare un problema per Apple.

Guarda il keynote di Apple alla WWDC 2024 in formato video

Puoi guardare l'evento iniziale della World Wide Developers Conference attualmente in corso, che dura poco più di 100 minuti, nel player incorporato di seguito:

I miei consigli e trucchi sulla tecnologia e su Apple

Ti è piaciuto l'articolo e le istruzioni sul blog ti hanno aiutato? Allora sarei felice se tu il blog tramite un'iscrizione stabile sosterrebbe.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * segnato

Nel blog di Sir Apfelot troverai consigli, istruzioni e recensioni sui prodotti Apple come iPhone, iPad, Apple Watch, AirPods, iMac, Mac Pro, Mac Mini e Mac Studio.

Speciali
Shopping
  •  
  •